Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10), "Sei dove sussulta il cuore" (nuovo romanzo, settembre 2017).

venerdì 25 gennaio 2013

Tiziana Cazziero e la scrittura: intervista all'autrice.


Nuovo appuntamento con il salottino di Simo. Stavolta a chiacchierare con me c'è Tiziana Cazziero, autrice di due romanzi, ragazza determinata e intraprendente, appassionata di scrittura da quando era bambina, neo-madre e lettrice onnivora. Ve la presento con la mia intervista!





Salve Tiziana, benvenuta nel mio blog. Ti va di cominciare a parlarci un po’ di te, dirci che cosa fai quando non scrivi?

Parlare di me è una cosa che stento sempre un po’ a fare; sono una ragazza di 35 anni che ha scoperto come riuscire a fare della sua passione legata alla scrittura una professione, o meglio ci provo. Quando non scrivo che cosa faccio? Difficile a dirsi considerando che trascorro la maggior parte del mio tempo a scrivere. Recentemente il tempo si è ridotto perché sono diventata mamma da 5 mesi di una bambina che come capirete ruba parte del mio tempo libero; quando riesco cerco anche di allenarmi un po’, sono sempre stata una patita del fitness; la corsa e il nuoto sono i miei sport preferiti, ho praticato ogni genere di sport comprese le arti marziali che mi hanno dato molto da un punto di vista emozionale e formativo. Ovviamente appena posso leggo, leggo, leggo… anche due libri alla volta se ho la possibilità. Una scrittrice deve essere prima di tutto una grande lettrice, anche se questo ho appurato che non sempre è così, purtroppo aggiungo io.


Hai pubblicato un primo libro con BookSprint Edizioni, con una copertina e un titolo suggestivi, “Voltare pagina”. Ce ne parli? E' stato il primo libro che hai scritto? 

“Voltare Pagina” è il mio primo romanzo, ci sono voluti diversi mesi prima di arrivare alla parola fine. Sono molto affezionata a questo libro e ai suoi personaggi perché è come se li conoscessi da tanto tempo; parla di una donna, Janny, che per alcuni macabri scherzi del destino si trova coinvolta in una brutta storia fatta di spionaggio. Non è una cosa che ha scelto lei, è stato un amico e collega che ha pensato di coinvolgerla. Basterà un piccolo episodio per cambiare tutta la sua vita. E’legata ad un uomo che spera di poter amare, vive un fidanzamento che non è costruito su solide basi sentimentali, conosce Mark da tanti anni, dopo un lungo corteggiamento ha pensato che potesse essere l’uomo giusto per lei… sarà così? Questo romanzo racchiude tante cose insieme, l’amore e i sentimenti sono sicuramente i personaggi principali; non solo amore ma anche amicizia e famiglia hanno un grande risalto. Il libro è ambientato in America, ed è suddiviso su due momenti diversi che la stessa Janny vive. La prima parte racconta la vita di Janny e tutto ciò che le succede, narra la vicenda legata alla corruzione che le farà rischiare la vita, evento che porterà all’incontro con un uomo importante, diverso: la persona che sconvolgerà le sue stesse scelte e la visione della vita che si era creata fino a quel momento. La seconda parte invece il lettore vive una romantica storia d’amore, quella di Janny con quest’uomo misterioso, John, con il quale nasce un amore vero e sincero. Purtroppo la vita è beffarda e Janny si trova nuovamente a vivere circostanze spiacevoli dove bugie e false verità gettano altri dubbi e incertezze sulle sue scelte. Quali scelte farà? Deciderà di dedicarsi completamente alla carriera tralasciando l’amore? Se è così perché? Se invece scegliesse i sentimenti? Non voglio svelare troppo ai lettori… lascio a loro il gusto di scoprirlo da soli.

Il tuo ultimo libro, invece, uscito di recente, s’intitola “Patto con il vampiro”. Ci parli di questo libro? Da dove viene la scelta di raccontare una storia di vampiri?

“Patto con il Vampiro” è il mio secondo romanzo, un urban fantasy che ho scritto in occasione di un concorso letterario nel 2010 indetto da una casa editrice. E’ stata una sfida con me stessa ed anche una vera sorpresa; di fatti mi classificai seconda al concorso, fu una bella soddisfazione; nonostante tutto la pubblicazione non è avvenuta a quel tempo. Mi fu inviato un contratto di pubblicazione a pagamento, non rientrava nei miei progetti. La storia parla di Sonia, una giornalista che improvvisamente comincia a fare sempre lo stesso sogno: Elena, la sua amica dell’adolescenza le chiede aiuto. Quando erano ancora due giovani ragazze Elena e Sonia parteciparono ad una festa in occasione della notte delle streghe, la sera di Halloween. Durante la serata si perdono le tracce di Elena, di lei non si saprà più nulla. Sonia ha rischiato di fare la stessa fine, per un qualcosa d’inspiegabile lei invece sarà ritrovata la mattina seguente in mezzo ai boschi. Non ricorderà mai che cosa è realmente successo. Adesso per lei Sonia, sono maturati i tempi per sapere e scoprire che cosa è successo. E’ una donna con una carriera ben avviata ma qualcosa non è come dovrebbe… Comincia ad indagare su alcune sparizioni misteriose che si verificano sempre durante la notte di Halloween; tutto la collega a quella notte avvolta dal mistero, sarà un percorso che la riporterà indietro nel tempo fino alla scoperta delle sue stesse vere origini. Scoprirà che le streghe e i Vampiri esistono e con loro tutto il mondo magico che aveva sempre conosciuto solo nei libri delle favole. Forse anche lei stessa è una strega inconsapevole del suo destino? Anche qui l’ambientazione famigliare è molto forte e presente; lei è stata adottata e scoprire chi sono i suoi genitori e chi sia lei stessa veramente sconvolgerà la sua vita. Ci sono duri scontri, battaglie a colpi di magia e incantesimi… ma quale sarà questo misterioso “Patto con il Vampiro”, scusate non posso rivelarvelo, vi toglierei tutto il gusto di scoprirlo.

Che tipo di scrittrice sei? Ti piace organizzare il lavoro prima di tuffarti nella stesura di un libro, o preferisci lasciarti trasportare dalla fantasia, senza alcun tipo di costrizione?

Mi lascio trasportare dal momento. Quando comincio una storia le mie dita corrono veloci così come anche la mia mente. Solo quando il libro è terminato mi fermo a fare le dovute riflessioni e ricerche anche sulle zone geografiche di ambientazione e su quanto scritto. Mi piace essere documentata, non getto luoghi e vicende completamente a caso. La fantasia è padrona dei miei scritti, ma al contempo voglio dare un senso reale a quanto scrivo, dare la possibilità al lettore di poter identificare i luoghi e le diverse location espresse nei miei scritti. Non solo da un punto di vista geografico ma anche per quanto riguarda dettagli su situazioni ed eventi particolari.

Che tipo di lettrice sei, invece? Hai un genere letterario che preferisci, qualche autore che ti piace di più o a cui ti ispiri?

Leggo di tutto, dal fantasy alla narrativa contemporanea, storica, e o di spessore come i classici. Non ho un genere ben distinto e non m’ispiro a nessun autore in particolare, ci sono i miei scrittori preferiti, ma l’ispirazione alle mie storie arriva da sola.

Chi è lo “scrittore” secondo te? Chi può definirsi tale e che cosa rappresenta per te la scrittura?

Bella questa domanda. Lo scrittore è una persona, un individuo uomo o donna che ha la necessità di comunicare con il mondo attraverso la parola scritta. E’ un artista, un sognatore… colui che ha qualcosa di innato dentro di lui, che è capace di far vivere delle emozioni con semplici parole. Oggi vedo molte persone che scrivono e pubblicano libri, ma a mio modesto parere non tutti possono definirsi scrittori; non lo si diventa improvvisamente, ci si nasce. Scrivere è un qualcosa che ti porti dentro da sempre. Magari la tua prima pubblicazione può arrivare in tarda età, ma la scrittura anche se stretta nel tuo privato ha comunque sempre fatto parte di te. Per me la scrittura è il mio modo di rapportarmi con la vita; ogni volta che qualcosa turbava la mia falsa quiete, prendevo carta e penna e buttavo giù le prime parole che la mia mente sentiva di partorire in quel momento. Da ragazzina scrivevo lettere, poesie, piccoli messaggi che sono molto lontani dai freddi sms dei telefonini. Non pensavo che la scrittura potesse diventare tanto importante per me, parlo da un punto di vista professionale e lavorativo; io scrivo per il web ogni giorno per diverse redazioni on line; non scrivo solo romanzi. Forse la mia insicurezza mi diceva che non potevo essere una scrittrice… però mentre lo pensavo già lo ero anche se nessuno leggeva i miei scritti. Con il tempo ho preso coraggio e un’umile consapevolezza ha cominciato a prendere vita dentro la mia persona. Mi piace definirmi un’amante della scrittura più che scrittrice, in verità non so se posso definirmi tale… lascio che il tempo mi dia le risposte che cerco.

Hai mai partecipato o pensato di partecipare a concorsi letterari?

Sì ho partecipato a qualche concorso letterario, ed è stato un bene perché è proprio iscrivendomi ad uno di questi che è nato il mio secondo romanzo “Patto con il Vampiro”, come accennavo sopra. Un concorso indetto da una casa editrice al quale partecipai nel 2010, mi classificai seconda. La pubblicazione gratuita era concessa solo al primo classificato, a me arrivò una proposta di pubblicazione a pagamento che decisi di accantonare. Ho aspettato l’occasione giusta, il tempo mi ha premiato.

Che cosa fai per promuovere i tuoi libri? Qual è secondo te il modo giusto di promuoversi per un autore emergente?

Promuovere il proprio libro è una vera odissea mi viene da dire. Io ho fatto molta esperienza in tal senso, soprattutto quando pubblichi con piccole case editrici, tutto è ancora più complicato perché spesso questa non aiuta lo scrittore nella promozione del suo libro. L’autore viene deliberatamente lasciato a se stesso. Pubblicare non è il passo più difficile, la promozione e divulgare la presenza del tuo libro nel mondo editoriale lo è. Lì allora devi cominciare a farti un nome, avere iniziativa e adoperare tutte le tue carte vincenti; oggi c’è il web che può darti un grande sostegno in questo senso, ma non dobbiamo fare l’errore di pretendere subito dei risultati. Intanto ciò che consiglio è di iscriversi a tutti i social network più famosi, facebook, twitter, google+, linkedin, sono sicuramente quelli che possono far girare il tuo nome e il tuo libro in maniera più veloce. Promuovere il tuo libro però non significa inserire ogni tanto la tua copertina, è fare di più, creare qualcosa, un evento che possa attirare l’attenzione. Io per esempio punto molto sul mio blog personale che ho creato specificatamente per il mio primo romanzo Voltare Pagina; successivamente ho pensato di dedicarlo all’editoria emergente in generale intervistando, recensendo e segnalando nuove uscite editoriali nel mio blog. Promuoversi però non è solo uso dei social e avere un blog, è importante anche dedicare tanto tempo a scrivere diversi comunicati stampa e a pubblicarli nei siti specifici, oggi ce ne sono tanti che ti permettono di pubblicarli gratuitamente. Insomma avrei tanto da dire, e questa domanda direi che arriva proprio nel momento giusto, perché prossimamente uscirà una mia guida sulla promozione del tuo libro. Una sorta di manuale che parla di tutto ciò che interessa la vendita e promozione di un libro partendo dalla stesura e pubblicazione dello stesso. E’ in fase di revisione ma conto di pubblicarlo a breve. Una decisione quella di scrivere questa guida per via delle numerose e mail e messaggi che mi arrivano spesso chiedendomi come ho fatto a promuovere i miei romanzi e come sia riuscita ad ottenere dei discreti risultati. Ogni volta mi trovavo a rispondere e scrivere sempre le stesse cose ma ovviamente ero costretta a tenermi stretta per non scrivere e mail esagerate. Credo che questo piccolo manuale possa essere la risposta per molti, spero di essere di aiuto a molti quando sarà il momento. Siete degli scrittori, mettete a frutto la vostra fantasia e iniziativa, questo è un consiglio che sento di dare.

Hai in progetto di scrivere e pubblicare ancora? Puoi svelarci qualcosa?

Ho già risposto in parte a questa domanda nella risposta precedente. Aggiungo che ci saranno anche altre pubblicazioni nel 2013, due libri e forse tre che sono importanti per me. Non ho trovato delle case editrici disposte a pubblicarmi, in verità i libri sono ancora in revisione, però non nego di valutare inizialmente l’autopubblicazione, magari in attesa di qualche editore disposto a credere nel mio lavoro e nei miei libri. Un progetto che intendo svelarvi è direi un esperimento; per la prima volta mi butterò in un libro scritto a quattro mani con lo scrittore e filosofo Alessandro Bagnato. Un libro che parlerà della felicità… per ora vi lascio questa piccola anticipazione, per il resto dovrete aspettare. Ci tengo anche a parlare di un’iniziativa lanciata dal mio blog che potrebbe completarsi con la pubblicazione di un’antologia; ho lanciato un concorso letterario gratuito, con il quale cerco scrittori disposti a raccontare un piccolo tratto vero della propria vita. S’intitola Concorso di Natale, racconti di vita vera e dintorni, trovate tutte le info nel mio blog al seguente link: http://voltarepaginaditizianacazziero.blogspot.it/2012/12/concorso-di-natale-racconti-di-vita.htmlCome vedi non mi fermo mai, la mia mente è un vulcano di idee; devo trovare il tempo per organizzare bene il tutto. Ci riuscirò. 

Ne sono certa, quando ci sono questa intraprendenza e questa determinazione, i risultati si vedono! Grazie per essere stata con noi e in bocca al lupo per tutto!

Grazie a te della possibilità e disponibilità. 




______________




Simona




____________
Per rispondere a un'intervista, scrivimi: alamuna@gmail.com




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (26) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Articoli (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (88) autori emergenti (30) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Copertine di libri (1) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (135) cose strane (5) creatività (9) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (87) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (5) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (7) Facebook (2) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (33) Giardini fioriti (2) giochini (5) Giornale di Puglia (1) Giveaway (17) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (138) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (65) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (3) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) lettura (2) Lezioni di arabo (2) libri (146) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (10) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Narcissus (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (37) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (52) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) Pollice verde (1) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (77) propositi di vita (41) psicologia (1) pubblicare (70) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi (8) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (8) scrivere (57) Scuola (6) Segnalazioni (26) Sei dove sussulta il cuore (9) Self-publishing (1) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (21) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) StreetLib (1) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) The Pink Cafè (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (4) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (2) viaggi e partenze (20) video (6) vita (19) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog