Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10), "Sei dove sussulta il cuore" (nuovo romanzo, settembre 2017).

lunedì 15 febbraio 2016

Se a breve verrai

Se a breve verrai, per quanto tempo devo ancora sognare certe estati lontane, e certi istanti fugaci che neanch'io so più quando e come sono avvenuti? Per quanto ancora dovrò sostenere il pensiero, le domande, i sentieri della mente? Quando verrai, sarà un dolce assaporare la vita, un intenso perseguire l'istante, una breve eternità che mi terrà ancorata all'esistenza. Se a breve verrai, le mie estati di questi giorni scompariranno un poco, diventeranno inverni, si mescoleranno col presente, scivoleranno lungo le rotaie dei tram, viaggeranno in metropolitana, visiteranno luoghi, faranno tutto quello che la città richiede, ma poi... non me lo spiego, è inevitabile: lascerai nell'aria quell'inconsueto odore di sera, quel soffice vento che sfiora le gambe, gambe lisce e ambrate, allungate sotto le vestine di morbido jersey; lascerai perfino quell'atmosfera azzurrina, eterea, fresca, che di solito preannuncia l'imbrunire; e disegnerai le sagome scure dei lampioni, amplificherai il suono del mare, e il rombo dei motorini, e il chiacchierare della gente; scusami, mi sono persa, cos'è che dicevi?





Simona







mercoledì 10 febbraio 2016

Cuore di casa

I pomeriggi assolati, trascorsi lungo le litoranee, fra un intermezzo di parole e un altro, le passeggiate sui corsi, il cane al guinzaglio, i vestitini freschi e svolazzanti. Le strade semplici, senza troppo andirivieni, i curvoni che vanno dalla marina di Andrano fino a Leuca e oltre, che lasciano intravedere immensi spicchi di mare e romantiche scogliere, dall'Adriatico allo Ionio. E poi i rientri, che sembravano spesso vuoti e insensati e che invece ti aprivano, senza che allora me ne rendessi conto, a nuove scoperte e a mille possibilità.
Ci trovavamo sempre il solito vento ad accoglierci, il solito sbattere delle persiane, la solita luce calda che, alle tre, alle quattro, alle cinque del pomeriggio, penetrando appena dalle fessure delle tapparelle abbassate, riempiva la stanza di una piacevole penombra arancione, che sembrava quasi sfumata. Quella casa che ha i suoi odori, le sue abitudini, le sue distanze, le sue storie, le sue speranze. Se ci penso me la immagino proprio così, immersa in una stagione che non è né primavera né estate, con l'arancione del soggiorno, i divani rossi, le strisce di luce sul tavolino basso e sul pavimento, le matrioshke ben disposte sullo scaffale di marmo, le piantine grasse che fanno capolino al di là del davanzale, e la stanza intera che sembra dormire un poco sotto il pigro torpore del pomeriggio. Fuori, intanto, il piccolo gazebo aspetta che l'ombra si allunghi fino a raggiungerlo; si potrebbe fare un aperitivo all'aperto stasera, sì, perché no?, qualche salatino, un bicchiere di succo, delle olive verdi, una bevanda fresca. La giornata permette. Aspettiamo le sette. 
È così che me la immagino: allegra e sorridente nella sua pigrizia semi-estiva. Bella nella sua piccolezza e nella sua semplicità. Dai colori forti e dai contorni decisi. Dagli oggettini preziosi che invece non costano niente. Piena di promesse, piena di speranze. 
Non è perfetta, non lo è mai stata, ma ha sempre portato con sé, a ripensarci adesso, quel non so che di affettuoso, quel sapore dolce della familiarità, quella sensazione sicura che ti dà un porto, o un rifugio. Ha sempre portato con sé quel tocco delicato della comprensione, della compassione, dell'accettazione, dell'accoglienza sempre e comunque. E a ripensarci così, da lontanissimo, me la immagino in un momento che, a dire il vero, deve essere tutto nuovo per lei: l'incompletezza e, al tempo stesso, l'imprevedibilità. L'armadio, in camera da letto, è semi vuoto, con solo qualche vestito di qua e di là per essere indossato in occasioni sporadiche e fugaci. 
Prima o poi si tornerà a respirare quella pigrizia estiva, quel lento approssimarsi della sera tipico di quella casa. C'è già voglia della bella stagione, ma se ci penso la immagino lontano e nei punti più improbabili: intorno al Parco Lavinia, o su via vecchia Carmiano, o nelle stradine che sfociano su via Monteroni. Dopo una corsa insieme, di domenica mattina.





Simona



martedì 9 febbraio 2016

Inno alla Vita


Celebro la Bellezza della Vita in modo semplice e sobrio. Nella maniera più autentica e sincera. Come l’essere avvolto nel dolce tepore del calore umano, vivendo pienamente le Amicizie sincere e vere, l'Amore profondo, la Fraternità più vera e disinteressata. Scelgo sempre in nome della Verità, tendendo ogni nervo per non sperperare il bene più prezioso che mi è stato donato sin dalla nascita, ovverosia il Tempo, in situazioni fallaci ed illusorie.
Inno alla Vita - dipinto di Chiara Montenero
Sono profondamente persuaso del fatto che la Cultura si trovi in ogni dove, dal ragazzo solitario e ribelle che legge un libro qualsiasi su di una panchina, al buon padre di famiglia che prende l'ultima metro disponibile della sera, dopo un'intera giornata trascorsa a lavorare duro per portare il pane alla sua casa. La Poesia, infatti, non sempre si rivela in splendide ed incantevoli parole, come quelle sapientemente vergate dai Poeti dotati di talento, ma molto spesso si racchiude nei fatti, pronta a dischiudersi delicatamente agli occhi degli animi più sensibili. 
Scelgo di avere al mio fianco persone che nella loro Alta Semplicità sono del tutto straordinarie, perché nell'era dell'esibizionismo sfrenato e dell’ostentata felicità, quello che conta davvero è la Verità. 
Confesso di essere stato talvolta raggirato da insidiosissime maschere diaboliche, che hanno tentato di minare sin dalle fondamenta la Bellezza della mia Vita ed il mio miracoloso quotidiano, servendosi all’uopo degli strumenti più disparati per mistificare la Verità, addossandole abusivamente i panni della becera convenienza e del misero conformismo. 
Traggo ispirazione dai Maestri del passato, senza mai trascurare quelli del presente.
Vado a Teatro, al Cinema, a spettacoli di Danza, ad ascoltare Musica classica e contemporanea, a presentazioni di libri, così come sosto incantato al cospetto di talentuosi Artisti che esercitano con rara Dignità per strada.
Di quando in quando parto senza meta, con un semplice moleskine ed una matita, avendo cura di registrare amabili conversazioni con persone straordinarie.
Tengo sempre bene a mente il preziosissimo insegnamento di Hermann Hesse, che costituisce la Stella Polare che mi indica costantemente, anche nella notte più buia, il mio cammino: "Contro le infamie della vita le armi migliori sono: la forza d'animo, la tenacia e la pazienza. La forza d'animo irrobustisce, la tenacia diverte e la pazienza dà pace.".
Vado avanti per la mia strada, con l'unico fine che mi sono sempre prefissato, quello che mi ha insegnato il grande Diderot: "Toccare il cuore della gente". 


Autore: Claudio Casalini



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (26) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Articoli (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (88) autori emergenti (30) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Copertine di libri (1) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (135) cose strane (5) creatività (9) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (87) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (5) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (7) Facebook (2) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (33) Giardini fioriti (2) giochini (5) Giornale di Puglia (1) Giveaway (17) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (138) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (65) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (3) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) lettura (2) Lezioni di arabo (2) libri (146) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (10) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Narcissus (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (37) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (52) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) Pollice verde (1) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (77) propositi di vita (41) psicologia (1) pubblicare (70) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi (8) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (8) scrivere (57) Scuola (6) Segnalazioni (26) Sei dove sussulta il cuore (9) Self-publishing (1) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (21) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) StreetLib (1) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) The Pink Cafè (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (4) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (2) viaggi e partenze (20) video (6) vita (19) www.hanulstyle.com (3)