Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10), "Sei dove sussulta il cuore" (nuovo romanzo, settembre 2017).

lunedì 7 gennaio 2013

Ciak si gira! Vi presento un cortometraggio di Factory 624, "NOWHERE": intervista alla regia.

Con l'intervista di oggi vorrei presentare al pubblico un cortometraggio prodotto da Factory 624, la cui sceneggiatura è stata scritta da Davide Potente, mentre la regia è a cura di Nanà Weber. Il cortometraggio s'intitola NOWHERE, ha partecipato a numerosi festival dedicati a film e cortometraggi e ha ottenuto importanti riconoscimenti. E' quindi per me un vero onore poterlo ospitare sul mio blog e "scambiare quattro chiacchiere" direttamente con la regista, Nanà Weber, che ci racconta di questa splendida avventura.



Cover di "Nowhere". Clicca sull'immagine per ingrandirla.



Benvenuta nel mio blog, Nanà! Sono molto contenta di ospitarti e di conoscere meglio il progetto di cui andiamo a parlare. Con questa conversazione, infatti, vogliamo presentare ai nostri lettori un cortometraggio diretto da te, prodotto da Factory 624,  la cui sceneggiatura è stata scritta da Davide Potente. Innanzitutto complimenti per il vostro lavoro, che è arrivato in finale in diversi film festival... 


Grazie mille, sono altrettanto contenta di conoscerti.


Che cosa rappresenta per voi essere arrivati tra i finalisti di diversi e importanti film festival? 


Siamo molto contenti. Fino ad oggi Nowhere è stato selezionato per otto festival italiani e questo ovviamente per noi è un risultato importante. Al Monza Motor Film Festival 2012 abbiamo portato a casa il titolo di ”Miglior Cortometraggio“. Un bellissimo riconoscimento per il nostro lavoro.


Complimenti! Per quanto riguarda Nowhere, ci vuoi raccontare un po' della trama di questo cortometraggio? 


Tutto comincia con due ragazzi che si svegliano in un'auto sotto un sole rovente, mentre un sedile vuoto giunge a comunicarci un senso di assenza. Capiamo che c’era qualcun altro in auto con loro. In un'altra scena vediamo questa terza persona sul ciglio di una strada, in piena notte, e sulla base di questa alternanza cominciamo a immaginare cosa possa essere accaduto. E' una storia di contrasti, di opposti.


Che cosa dire invece dei retroscena quando si crea un cortometraggio? Ci racconteresti brevemente del "dietro le quinte", di quello che gli spettatori non vedono? 


Tutto è partito da un soggetto di Davide Potente. Dal momento che lui scrive e io mi occupo di regia è nata l'idea di lavorare insieme. Davide ha scritto la sceneggiatura e ne abbiamo discusso insieme la realizzazione. Abbiamo parlato soprattutto dei tre personaggi per differenziarli bene e disegnarne un profilo capace di emergere nei pochi minuti di film. Dopo aver trovato i diversi collaboratori è iniziata la parte tecnica: La creazione dell'immagine su carta ovvero lo storyboard, la ricerca di una location adatta, il casting, i sopralluoghi insieme al direttore della fotografia, la preparazione degli attori e poi ovviamente le riprese. Dopo di ché una decina di giorni di postproduzione: montaggio, sound design, color correction.


Se ti chiedessi di raccontarci l'emozione più bella legata a questa esperienza, quale sceglieresti? 


Probabilmente il momento alla fine del montaggio, quando mi sono resa conto che il corto era diventato quello che avevo in testa già all'inizio del progetto. Quando ho capito che per me funzionava.


C'è qualche messaggio/morale dietro alla storia che raccontate e mostrate, un messaggio che secondo voi i lettori potrebbero apprezzare del vostro lavoro? 


Qualcuno ha subito individuato un messaggio sociale sulla prevenzione degli incidenti stradali, tematica senza dubbio importante e presente nel corto, ma non centrale per la storia che raccontiamo. In realtà volevamo fare un film di contrasti. Vita e morte, giorno e notte, rumore e silenzio. Volevamo dire che a volte le cose non sono come sembrano, che tutto è soggettivo. Il tempo, l'azione, lo spazio: non possiamo mai sapere dove ci troviamo veramente.


In che modo possiamo rimanere aggiornati sui vostri progetti, vedere il cortometraggio, sostenere la vostra attività? 


E' possibile seguirci sul blog factory624.blogspot.com e diventando fan della pagina facebook di Factory 624.


Grazie per essere stata con noi e per aver risposto a questa breve intervista! 


Grazie a te per lo spazio che ci hai concesso e un grande augurio per il successo di questo blog!



___________________

Puoi guardare il Trailer di "Nowhere" cliccando qui





Simona






____________
Per rispondere a un'intervista, scrivimi: alamuna@gmail.com



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (26) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Articoli (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (88) autori emergenti (30) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Copertine di libri (1) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (135) cose strane (5) creatività (9) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (87) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (5) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (7) Facebook (2) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (33) Giardini fioriti (2) giochini (5) Giornale di Puglia (1) Giveaway (17) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (138) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (65) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (3) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) lettura (2) Lezioni di arabo (2) libri (146) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (10) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Narcissus (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (37) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (52) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) Pollice verde (1) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (77) propositi di vita (41) psicologia (1) pubblicare (70) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi (8) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (8) scrivere (57) Scuola (6) Segnalazioni (26) Sei dove sussulta il cuore (9) Self-publishing (1) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (21) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) StreetLib (1) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) The Pink Cafè (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (4) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (2) viaggi e partenze (20) video (6) vita (19) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog