Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10).

lunedì 28 gennaio 2013

"A scuola con portamento": intervista ad Antonella Sgueglia.


Buon lunedì a tutti! 
Il mio blog incomincia la settimana in compagnia di Antonella Sgueglia
autrice di un romanzo in formato e-book dal titolo "A scuola con portamento". 
Antonella ci racconta un po' della sua esperienza e del suo libro in questa intervista, 
facendoci assaporare anche la musicalità di una sua poesia!









Benvenuta nel mio blog, Antonella! Oggi vorremmo presentare ai lettori il tuo romanzo “A scuola con portamento” appartenente al genere di narrativa per ragazzi. Da dove viene la scelta di scrivere una storia per adolescenti? 

Antonella Sgueglia
Ciao Simona, grazie di avermi ospitata. Ho scelto di scrivere una storia per gli adolescenti perché so quanto sia difficile quella fase della crescita. L’ebook è incentrato soprattutto sull’aspetto femminile della questione ma ci sono anche dei ragazzi che ne fanno da sfondo. In quel momento non si è sicuri di nulla, nemmeno delle persone più care. Ci si sente soli con la testa piena di domande e nessuno con cui condividerle. Spero che molte ragazze riescano a trovare in Cristina, la protagonista del romanzo, un’amica in cui immedesimarsi e da cui imparare tanto. 

La protagonista è appunto Cristina, un’adolescente nata da madre italiana e da padre haitiano, ragion per cui la sua pelle è più scura rispetto a quella delle compagne, e lei ne risente poiché continuamente presa in giro fra i banchi di scuola. Poi però avviene una svolta decisiva… 

Sì, un giorno in Cristina d’improvviso qualcosa scatta. Non sopporta oltre le cattiverie delle compagne e decide di scuotersi. Accade per caso; scappa via da scuola e scorge il manifesto pubblicitario dell’agenzia di moda You Fashion e decide di partecipare alla selezione. Da lì il cambiamento ha inizio. 

Sappiamo che alcuni capitoli del libro sono dedicati alle lezioni di portamento, infatti nella sinossi spieghi che le lettrici che desiderano diventare indossatrici possono imparare qualcosa leggendo il tuo testo. Questi capitoli sono frutto di ricerca o c’è qualcosa che viene direttamente dalla tua esperienza personale? 

All’età di Cristina, 14 anni, anch’io come lei ho mosso i miei primi passi nel mondo della moda. Mi sono diplomata verso i 16 anni al corso dell’agenzia di moda Free Models della mia città che si è rivelato un aiuto prezioso per continuare a frequentare quell’ambiente ed aumentare l’autostima, a quel tempo quasi inesistente come suppongo molte adolescenti. 

“A scuola con portamento” è disponibile solo in versione e-book. Si tratta infatti di un servizio di auto pubblicazione. Ci racconti un po’ questa esperienza? 

L’auto pubblicazione è un’esperienza che consiglio ad ogni scrittore. Aiuta a mettersi in gioco completamente rischiando tanto. Io ho scelto il self-publishing solo per questo romanzo poiché gli altri due erano già in possesso editoriale. La mia carriera di scrittrice è cominciata da poco e ci tenevo a lanciare il mio prodotto da sola, prima dell’uscita del romanzo pubblicato con casa editrice. Forse per determinazione o forse perché amo ancora mettermi in discussione, volevo gettarmi a capofitto nella “fossa dei leoni” prima ancora di avere un sostegno editoriale alle spalle; capire le difficoltà di un mestiere sempre più difficile da coltivare ed imparare a muovere i passi giusti. 

Invece in primavera uscirà il tuo romanzo femminile “Dove osano le farfalle”, e sarà pubblicato dalla EMV Edizioni? Come hai conosciuto questa casa editrice? 

Terminata la stesura del romanzo, ho provveduto ad inviarlo alle case editrici; alcune le conoscevo di fama, altre le ho trovate sul web. Diverse hanno esposto la loro proposta ed io ho accettato quella della EMV edizioni. Da subito mi hanno ispirato fiducia e sono felice di intraprendere questo rapporto collaborativo con una casa editrice giovane, volenterosa e professionale. 

Che tipo di interesse stai riscontrando nel pubblico per quanto riguarda “A scuola con portamento”? La mia domanda si riferisce soprattutto al fatto che il testo sia in versione e-book. Com’è il tuo approccio con gli e-book e come credi sia quello degli altri? 

L’interesse per “A scuola con portamento” è molto alto nonostante sia un’autrice emergente e mi presenti senza marchio editoriale che, ammettiamolo, offre le sue garanzie in ambito di qualità del prodotto. Devo affermare che vi sono ancora delle difficoltà nell’approcciarsi agli ebook. Io stessa ero diffidente verso quest’innovazione ma dopo le prime titubanze mi sono resa conto che possedere un e-reader è comodo, pratico e conveniente. La stampa ha il suo costo e grazie all’ebook possiamo leggere anche le novità in libreria ad un costo minimo. Per quanto riguarda la fascia d’interesse del mio romanzo, mi sono resa conto che molti adolescenti non sono poi tanto al passo con le innovazioni; molti di loro mi hanno confessato di preferire il cartaceo e mi pregano di stamparlo al più presto. 

So che hai partecipato a un concorso poetico per Aletti e che ti sei aggiudicata il primo posto: complimenti! E se ti chiedessi di farci leggere la poesia con cui hai vinto? :) 

Allego la poesia qui di seguito ma devo correggerti. Il concorso era aperto a più autori; coloro che hanno superato il concorso hanno ricevuto come premio la pubblicazione della poesia nell’omonima raccolta. 

Seppur nascessi cento volte, 
medesima la scelta mia sarebbe. 
Amore puro, amore sincero. 
Amore che mai pretese, 
nulla chiese ed ogni cosa diede. 

A me, che nulla avevo, 
conobbi la ricchezza. 
Nelle mie mani il mondo, 
nei miei occhi la luna 
e sulla mia pelle il sole. 

Tu, presenza costante. 
Senza riscatto alcuno 
il cuore mi donasti, 
amandomi con pazienza 
ogni istante. 

Non importava chi fossi, 
se meritassi o no. 

Il vento delle tue parole 
il mio animo smosse, 
che d’amor si riempì 
e sdebitarsi, ancor, non sa. 



Per concludere, c’è un altro romanzo in valutazione. Si tratta sempre di un romanzo di narrativa femminile? Ci puoi svelare qualcosa? 

Sì è un romanzo di narrativa femminile in cui ho cercato di dare il massimo di me stessa. La protagonista è una ragazza solare, impacciata e non vede l’ora di innamorarsi ma quando accadrà… Anche questo è un romanzo introspettivo che, mi auguro, sia di aiuto a tante ragazze che attraversano un periodo difficile. Il mio messaggio, unico nei tre libri ma diversamente sviluppato, è quello di andare avanti anche quando si tocca il fondo e si vorrebbe sparire nel nulla. 

Grazie per essere stata con noi, alla prossima! 

Grazie a te Simona di avermi dedicato questo spazio nel tuo interessante e seguitissimo blog! 



__________
Per info e contatti:





Simona





______________
Per rispondere a un'intervista, scrivimi: alamuna@gmail.com



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (21) accessori dipinti a mano (9) acquisti (29) amore (4) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (2) Anteprime di libri (25) arte (33) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (85) autori emergenti (27) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (2) Avvisi (2) Beauty (3) bellezza (5) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (70) Chick-lit (2) Cinema (1) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (136) cose strane (5) creatività (7) curiosità (15) Desigual (7) di tutto e un po' (88) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (3) Emily Dickinson (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (32) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (17) idee capelli (7) Il Blog (14) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (139) Il Salotto di Simo su YouTube (2) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (2) Insegnamento (2) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (2) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) Lezioni di arabo (2) libri (138) Link utili (1) Lo sapevate che... (7) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (5) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (39) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (49) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (79) propositi di vita (40) psicologia (1) pubblicare (68) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (9) riflessioni (54) risate (6) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (2) Scrittura (4) scrivere (53) Scuola (4) Segnalazioni (25) Shaila (1) Simona Giorgino (13) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (76) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) viaggi e partenze (19) video (6) virus (1) vita (16) www.hanulstyle.com (3) YouTube (2)

Archivio blog