Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10).

martedì 15 marzo 2011

Ora conosco anche quelli al prosciutto crudo!

Oggi mangerò tortellini con il ripieno di prosciutto crudo. Ma non mi piacciono. Preferisco quelli alla bolognese. Perché i tortellini alla bolognese esistono, vero???
Mi viene alla mente un ricordo recente.
Scenario: io e il mio ragazzo al supermercato a fare la spesa. Di fronte allo scaffale che espone i tortellini, io mi impegno a cercare quelli con il ripieno di carne, ma pare ce ne siano solo ripieni di prosciutto crudo. Dappertutto leggo "prosciutto crudo", "prosciutto crudo", di qualsiasi marca siano, questi tortellini hanno solo ripieno al prosciutto crudo. Il mio smarrimento di identità viene incoraggiato quando il mio ragazzo insiste che non ha mai sentito parlare in vita sua di tortellini con il ripieno di carne e che per lui il ripieno è stato sempre col prosciutto crudo. A questo punto, iniziano a crollare tutte le mie certezze. Voglio dire, io sono cresciuta con la certezza che il ripieno dei tortellini fosse di carne e non di prosciutto crudo! Al massimo, accetto volentieri l'idea dell'esistenza del ripieno di prosciutto crudo come un tipo di ripieno che non ho mai assaggiato, a patto però che esista anche quello di carne! E il bello è che il destino non si mette per niente dalla mia parte! La presenza di soli ripieni al prosciutto crudo non fa che dimostrare la sua tesi ed annullare la mia! Io resto scioccata. Sono pronta a qualsiasi cosa per dimostrare che i tortellini alla bolognese esistono eccome, ma non so proprio come fare! Per almeno cinque minuti rimango ferma di fronte a questo scaffale con la speranza che un pacco di tortellini al ripieno di carne si materializzi dal nulla, per dimostrare la mia, di tesi! Ma non succede. Questi ripieni sono tutti maledettamente al prosciutto crudo!
Torno dunque a casa affranta, con seri dubbi sulla mia incolumità mentale. Avrò sviluppato una falsa memoria? Avrò avuto allucinazioni sul ripieno di carne? Tutte le volte (milioni di volte!) in cui ho mangiato tortellini col ripieno di carne in realtà mangiavo ripieno di prosciutto crudo immaginando fosse carne trita?
Crollano tutte le mie certezze, fino a quando qualche giorno dopo, nel frigorifero di mia madre, giacciono sorridenti due pacchi di tortellini. Hanno il ripieno di carne! Il mio ragazzo non è qui per dimostrargli la mia tesi, ma mi sento comunque trionfante e  sollevata per la mia vittoria!

Questa è la mia esperienza. Non ho mai capito, in verità, se il mio ragazzo fosse convinto di quanto diceva o se si stesse soltanto prendendo gioco di me. A me pareva parecchio convinto, Dio santo!

Anche il web, con poche digitate, mi dimostra che ho ragione e che i tortellini di carne trita esistono eccome!
Una prova inconfutabile!
Quel giorno, al supermercato, erano semplicemente... finiti, ed io ero solo vinta dall'evidenza! :)

4 commenti:

  1. Mi spiace informarti che i veri tortellini, proprio quelli artigianali modenesi, prevedono come ripieno: prosciutto crudo, mortadella e a volte anche formaggio. Quelli poi che si trovano in commercio possono fornire le più vaste varianti. Ma quello originale resta al prosciutto!

    RispondiElimina
  2. Sicuramente, ci metto mano sul fuoco! Ma guarda, l'importante è aver dimostrato che aver mangiato per anni solo tortellini alla carne non era stata un'insana allucinazione! :)

    RispondiElimina
  3. io ho sempre mangiato quelli con la carne che dovrebbero essere i soliti tradizionali...poi sono state inserite in commercio diverse varianti, tra cui quella che io adoro col prosciutto crudo oggetto della controversia...sono i migliori...poi ce ne sono tante altre...tutte buonissime...tranne con la carne...a meno che nn siano fatti dal punto pasta...quindi freschissimi!!!

    RispondiElimina
  4. Essendo io e te cresciute nella stessa casa, sfido io che anche tu abbia sempre mangiato quelli con la carne! Abbiamo la stessa formazione culinaria :D!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (25) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (85) autori emergenti (27) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (132) cose strane (5) creatività (8) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (86) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (3) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (32) Giardini fioriti (1) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (136) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (2) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) Lezioni di arabo (2) libri (137) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (8) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (34) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (51) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (76) propositi di vita (40) psicologia (1) pubblicare (68) pubblicità (27) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (4) scrivere (53) Scuola (6) Segnalazioni (25) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (13) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (1) viaggi e partenze (20) video (6) vita (18) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog