Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10).

mercoledì 30 aprile 2014

Leonid Afremov: la solitudine dentro.

Mi sono innamorata dei suoi quadri un giorno di diverso tempo fa, rapita dai colori intensi e da quella che a me sembra una straordinaria manifestazione di solitudine. Afremov ha dipinto anche altri soggetti, ma quello più famoso, e quello da me più amato, resta il paesaggio autunnale. L'autunno di Afremov mi rapisce, semplicemente: le foglie che cadono, l'effetto bagnato dopo la pioggia, il prevalere di colori caldi, le coppiette abbracciate sotto gli ombrelli ancora aperti... 
I quadri di Afremov fanno venire voglia di un abbraccio, non trovate? E suggeriscono tanta solitudine.

Leonid Afremov è bielorusso, nato nel 1955 da genitori ebrei. Servendosi di una spatola e di colori ad olio, esegue i suoi dipinti con la tecnica dell'impressionismo, con queste pennellate decise e variopinte che rendono i suoi quadri unici e caratteristici.
Mi colpisce inoltre la sua storia. È noto, infatti, per la sua attitudine all'auto-promozione, soprattutto tramite Internet, che lo ha portato nel giro di pochi anni a diventare un pittore famoso e a portare il suo lavoro oltre i confini della sua terra. Ho letto su qualche sito che all'inizio si è servito della vendita porta-a-porta, gestita principalmente dal figlio sedicenne, iniziativa che si è rivelata fruttuosa poiché gli ha dato l'opportunità di aprire la sua prima galleria d'arte, con non pochi problemi però, dovuti principalmente all'odio antisemita di cui è stato spesso vittima. La svolta decisiva risale al 2004, quando il figlio, venendo a conoscenza di eBay, ha avviato, quasi per gioco, una fitta attività di compravendita che ha permesso al padre di farsi conoscere e apprezzare nel mondo.
Oggi si parla molto di questo pittore, e io mi dichiaro ufficialmente una sua grande ammiratrice!

Vi posto qualche suo quadro. [Per apprezzarli maggiormente, consiglio di cliccare sulle immagini per ingrandirle.]
Li amo proprio tutti, hanno qualcosa di eccezionale, che mi incanta. Mi fanno impazzire!







































In questi quadri ci sono i miei colori preferiti. Anche i soggetti mi piacciono molto. Questo pittore incontra alla perfezione i miei gusti.







Simona



2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (4) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (25) arte (32) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (85) autori emergenti (27) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (132) cose strane (5) creatività (7) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (86) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (3) Emily Dickinson (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (32) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (136) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (2) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (2) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) Lezioni di arabo (2) libri (137) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (5) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (34) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (48) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (76) propositi di vita (39) psicologia (1) pubblicare (68) pubblicità (27) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (9) riflessioni (52) risate (6) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (4) scrivere (53) Scuola (4) Segnalazioni (25) Shaila (1) Simona Giorgino (13) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) viaggi e partenze (19) video (6) vita (15) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog