Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10), "Sei dove sussulta il cuore" (nuovo romanzo, settembre 2017).

venerdì 18 aprile 2014

Angela Bianchini: il mito che vado rincorrendo.

È ufficiale: sono innamorata della sua scrittura surreale, della sua penna delicata, della profondità con cui scava la vita, con domande universali, semplici ma al tempo stesso complicate. Amo questa penna a modo suo sperimentale, mi porto dentro le immagini che evoca, mai troppo nitide, dai contorni sfrangiati, come le cose del passato, con le quali non si chiude mai completamente, e come il tempo indefinito di certi momenti della vita.

Mi sono innamorata della sua scrittura un giorno di diversi anni fa, nell'estate del 2008, quando la docente del corso di Letteratura Contemporanea ci fece adottare un suo libro per l'esame: Le nostre distanze, a cui ho dedicato QUESTO POST. È un libro che ho letto 3-4 volte, ritrovandoci sempre la stessa delicatezza, forza, preziosa introspezione, l'intreccio complicato che coinvolge ragione e sentimento, il fascino di certe distanze così amate. 

Un libro di cui la prima cosa che ammiro è la scrittura di per sé, ancor prima del contenuto. Pura scrittura capace di emozionare e di arrivare dritta in qualche angolo nascosto dell'anima.

La Bianchini potrebbe anche non dire niente di memorabile, per alcuni, ma il modo in cui lo dice per me è già un dono prezioso di cui la ringrazio profondamente.

Non riesco a capire perfettamente perché di Angela Bianchini si parli così poco, e perché le mie ricerche su di lei producano scarsi risultati. I suoi libri sono stati pubblicati da Mondadori, Einaudi, Frassinelli, e hanno vinto importanti premi. Compare su Wikipedia. Ma di lei ho trovato poco e niente.
Cercando spesso i suoi libri, mi sono accorta che nella maggior parte dei casi sono fuori catalogo o fuori produzione. 

Ma oggi... oggi finalmente sono riuscita a ordinare due dei suoi libri che andavo agognando. Mi arriveranno la prossima settimana, con mia somma beatitudine. 
So una cosa per certo: la Bianchini non mi deluderà. Una scrittrice che ha conquistato così il mio cuore con Le nostre distanze, di certo non mi deluderà con gli altri suoi romanzi.
Quello che provo per Le nostre distanze è singolare: una sorta di timida venerazione, di profondo rispetto. 

Ecco i libri che ho ordinato e che non vedo l'ora di tenere fra le mani!




Le labbra tue sincere - Sinossi
Nell'autunno 1910 - alla vigilia delle celebrazioni per il Cinquantenario dell'Unità d'Italia - un viaggiatore americano arriva a Roma, apparentemente per scrivere dei reportage sull'Italia giolittiana, in realtà, spinto da una sottile inquietudine, per inseguire lontani ricordi nella città che lo ha visto nascere e crescere. Alla pensione Francini, di fronte a villa Borghese, alloggia anche una sensuale e irrequieta signora torinese di solida fede sabauda, che ha portato le due figlie giovinette a visitare la nuova capitale d'Italia e a perfezionare la loro istruzione artistica. Tra feste, romantiche passeggiate e visite agli scavi, i due intrecceranno una complessa relazione amorosa. La raffinata scrittura dell'autrice esplora tutti i moti dell'animo, le sfumature, le ombre, le espressioni e i gesti dei suoi personaggi, costretti a svelarsi con le loro contraddizioni personali e quelle politiche di un'epoca intera.




Gli oleandri - Sinossi
Un'amicizia femminile e, insieme, la rievocazione di un periodo drammatico della nostra storia costituiscono il fulcro di questo romanzo. La protagonista e io narrante rivive il suo legame con Orietta, la compagna di giochi e la confidente della sua infanzia e adolescenza a Roma, negli anni del fascismo: un rapporto bello e autentico, interrotto dalla partenza per gli Stati Uniti della protagonista. La fine del conflitto le permette finalmente di tornare a Roma, ma qui ogni cosa è cambiata: soltanto gli oleandri, che costeggiano molte vie del suo quartiere, sono rimasti dov'erano. Anche Orietta non c'è più, se l'è portata via una malattia crudele, e forse già prima si era perduta in amori infelici e sbagliati.







So come scrive la Bianchini, so di che cosa è capace, so che cosa è in grado di suscitare in me con la sua Scrittura. Perciò l'arrivo di questi due romanzi per me sarà un evento memorabile e oggi sono contenta come una bambina!






Simona



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (26) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (87) autori emergenti (28) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (134) cose strane (5) creatività (8) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (87) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (5) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (33) Giardini fioriti (2) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (137) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (3) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) lettura (2) Lezioni di arabo (2) libri (141) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (10) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Narcissus (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (36) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (52) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) Pollice verde (1) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (76) propositi di vita (41) psicologia (1) pubblicare (70) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi (3) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (7) scrivere (56) Scuola (6) Segnalazioni (26) Sei dove sussulta il cuore (4) Self-publishing (1) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (17) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) StreetLib (1) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (2) viaggi e partenze (20) video (6) vita (19) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog