Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10), "Sei dove sussulta il cuore" (settembre 2017).

I miei libri

I miei libri

domenica 30 settembre 2012

"Respiri di luna", l'opera d'esordio di Francesca Coppola

Ciao a tutti!
E dopo due interessanti interviste attraverso cui abbiamo potuto conoscere meglio Daniela Giorgino e Antonietta Agostini e le loro passioni per - rispettivamente - la pittura e i romanzi, oggi ho per voi un post dedicato alla POESIA.
Ebbene sì, non parlavo di poesia da un po' di tempo! Sebbene io mi sia lanciata sul sentiero dei romanzi, che amo con l'anima e in cui riesco a esprimermi in maniera completa e appagante, la poesia agisce su di me sempre con un certo fascino intramontabile. Ne ho scritte, sicuramente continuerò a scriverne e adoro leggerne.

Perciò, oggi presento con molto piacere la prima raccolta poetica di Francesca Coppola. La suggestività della sua raccolta è distinguibile sin dal titolo: Respiri di luna. E sembra evidente che Francesca abbia molto a cuore la "luna", dato che la parola compare spesso e volentieri qua e là nella sua prima opera, tra i titoli o tra i versi, oltre che sulla copertina ovviamente.

Vediamo brevemente chi è Francesca.

Francesca nasce in provincia di Napoli il 28 Novembre 1989. Attualmente frequenta la facoltà di Lingue, culture e letterature moderne europee presso l’Università degli studi di Napoli Federico II. Amante della musica, si dedica allo studio amatoriale del canto e della chitarra classica. La seguente raccolta poetica rappresenta il suo primo impegno in qualità di poetessa.


Ecco, "poetessa", è così che Francesca si definisce. Mi ha particolarmente colpito il fatto che abbia scritto "il mio primo impegno in qualità di poetessa". Se una persona si "impegna" a essere qualcuno o a fare qualcosa vuol dire che è certa di poterlo fare, che ha fiducia, che non teme minimamente la possibilità di sbagliarsi, di cambiare idea o di poter potenzialmente incorrere in una qualche deviazione. Sa di poterlo essere, e il motivo per cui lo sa è perché "lei lo vuole". Evidentemente tanto forte è la sua vocazione.


"Amo scrivere.." E non è una frase fatta, è l'autenticità del mio essere poetessa, è la profondità che mi permette di respirare. Attraverso i versi, riesco ad esternare me stessa, la luce che brilla in ognuno di noi.. Solo in tal modo posso farla splendere, e di tanto in tanto penso sia un peccato che un mezzo come il linguaggio, imperfetto ed inadatto, spesso non riesca ad esprimere pienamente l'ispirazione poetica, perfetta e sublime.."


Qui di seguito, invece, ecco come Francesca descrive la sua prima opera in versi, permettendo al lettore di pregustarne i primi sapori attraverso una "sinossi poetica" già di suo e consegnando le "chiavi di lettura" attraverso cui il lettore può comprendere più facilmente suoni, ritmi, significati. 

Respiri di Luna raccoglie liriche il cui tema dominante é l’amore, non solo verso l’altro sesso, bensì per quella che è la scrittura, la natura o per la migliore delle amiche. É un amore che si manifesta nelle sue forme più disparate: attraverso ricordi di passione e d’occhi.. Promesse di felicità.. Preghiere alla luna.. Amore in musica e amore oltre le bellezze terrene.. Una poesia che si muove fra storie giuste e sbagliate, che spesso feriscono o lasciano indelebili memorie. É oblio e cammino oltre il dolore, ispirazione consumata dalla sofferenza pronta a riaffiorare in notti di pelle e abbracci. Si tratta di un’antologia di versi dalla tecnica lineare e dalla cifra stilistica ondivaga, intrisi di essenza, tendenti ad un lirismo lunare (appunto) e a immagini sfumate e vivide al tempo stesso. La struttura simbolica e didascalica rende il carattere del lavoro significativo, nella forma e nella sostanza, dall’approccio elevato, forse distante, fino a soluzioni più definitive riferibili solo parzialmente alla sfera emotiva e interiore. Molte delle immagini riguardano una natura struggente, che sfocia in chiaro scuri ed esempi sognanti. Lo stile raffinato, dalle pulsioni liriche soffuse, fa si che il lavoro debba essere ragionato, non solo sentito. Richiede per questo una lettura attenta ed un esigente comprensione. Oltre l’amore, le tematiche affrontate, se dovessimo individuare le parole chiave sarebbero “tristezza”, “malinconia”, “vita”, che riescono a coinvolgere il lettore trascinandolo di tanto in tanto in scenari linguistici sperimentali. I ricordi e le esperienze dell’autrice, si trasformano in versi che viaggiano dall’ Italia al sud della Penisola iberica a Barcellona, dove trascorre sei mesi intensi e pieni di gioia di vivere. Sarà questa, nonostante la giovane età, una delle tappe piú significative della sua vita, che al ritorno in Italia la spingerà a collocare uno per uno i suoi componimenti nella suddetta raccolta . Non mancano i riferimenti alla musica, sua grande passione. Si evincono dal titolo stesso di “The waves”, famoso singolo di Elisa, presente in “Neanche quando mi fai male”, o dalla parte conclusiva di “Vedrai”, dove il destinatario della poesia viene apostrofato con le parole del singolo “You’ll see” di Madonna. Mediante le sue liriche, Francesca riesce ad esprimere la “necessità” della scrittura poetica, la pienezza che l’immediatezza della composizione restituisce all’animo ferito o morente, desideroso d’amore e pura voglia di vivere. É l’idea di una totalità esternata e riconquistata attraverso il verso, che nella realtà dei sentimenti viene a mancare a causa della sofferenza amorosa, dell’abbandono. Essa si sviluppa lungo l’intera opera offrendo un messaggio dal tocco chiaro e profondo: lasciarsi amare ma soprattutto amare l’altro come parte integrante di sé. Respiri di luna è quindi una raccolta di poesie, ma anche un’autobiografia e una voce che incita agli stati emozionali più estremi della mente, al viaggio fra le viscerali sensazioni del corpo e della coscienza, per conoscersi e perdersi nei rispettivi sguardi.


Ho sempre creduto che dietro a una poesia si nasconda un po' della sofferenza dell'animo umano. Ma solo "un po'", perché secondo me la poesia in realtà racchiude "gli estremi": la felicità e la sofferenza ai loro apici. La poesia racchiude quello che di più travolgente si annidi nell'animo di una persona, le esperienze più elevate che l'uomo possa vivere. Così, uno imprime nei versi tutto ciò che di più bello gli accade dentro, e di più brutto.
Francesca me ne dà una specie di conferma, scrivendo queste parole:

"Ho raccontato in versi molte delle mie esperienze.. Le ho volute immortalare, poiché sebbene alcune parlino di sofferenza, restano ugualmente indimenticabili.."

E una poesia, e tutte le poesie e tutti gli scritti sono come calici, penso io, in cui riversiamo una parte di noi, e più parti di noi, parti profonde, per poi berne il contenuto.
Perciò capisco bene quando Francesca scrive:

"In Respiri di luna, ho lasciato parte della mia anima..."

E' la parte più profonda del nostro spirito che spinge la nostra mano a scivolare su per il foglio...

"Respiri di luna" è la prima raccolta poetica di Francesca Coppola, pubblicata il 26 luglio scorso per la Arduino Sacco Editore, e vi invito a dare un'occhiata alla cliccatissima pagina FB, che conta quasi tremila iscritti!

Sono certa che quest'opera vi abbia incuriosito. Tornerò a parlare di "Respiri di luna" perché ne scriverò una recensione, la mia prima recensione di un'opera poetica: spero che potrò esserne abbastanza all'altezza. :)


Simona Giorgino






_________________________

Per un'anteprima/ una presentazione della vostra opera, scrivetemi: alamuna@gmail.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) Amazon (3) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (2) Anteprime di libri (26) Antonietta Agostini (1) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Articoli (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (91) autori emergenti (32) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (3) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) Booktrailer (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) Candele (1) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Citazioni (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) Come fiocchi di neve (1) community (1) concorsi (5) Copertine di libri (1) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (135) cose strane (5) creatività (9) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (87) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (7) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (7) Facebook (2) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (6) fotografie (36) Giardini fioriti (2) giochini (5) Giornale di Puglia (1) Giveaway (17) Gli angeli non hanno memoria (1) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (141) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (9) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (65) Inverno (1) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (4) Lecce (3) Lecceprima (1) leggere (7) Leonid Afremov (3) Letteratura (7) lettura (5) Lezioni di arabo (2) libri (154) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Mai baciare il tuo ex (1) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (10) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Narcissus (1) Natale (8) Neve di Praga (1) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (37) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (52) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) Pollice verde (1) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (77) promozioni (1) propositi di vita (41) psicologia (1) pubblicare (70) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (42) ricordi (11) riflessioni (54) risate (6) romanzi (11) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scatti (2) Scrittura (10) scrivere (57) Scuola (6) Segnalazioni (26) Sei dove sussulta il cuore (13) Self-publishing (1) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (26) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) StreetLib (1) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) The Pink Cafè (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (5) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (2) viaggi e partenze (20) video (7) vita (19) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog