Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10).

lunedì 21 novembre 2011

Arte e fotografia: intervista a Dreamy Melrose

Ciao a tutti!
Oggi ospitiamo una giovane ragazza appassionata di fotografia, che ci parlerà un pò della sua passione e di questa meravigliosa arte. Come già molti di voi sanno, la fotografia è un'arte che appassiona molto anche me. E', in realtà, una passione abbastanza recente (mi ha sempre attratto, ma ho incominciato a scattare solo a partire dal 2010). Al momento sono ferma perché non ho gli strumenti adeguati, ma tra un mese potrò avere per la prima volta tra le mani la mia amica "fotocamera professionale" che mi accompagnerà in tutto quello che farò e che mi darà senz'altro delle soddisfazioni uniche! 

Ma passiamo ora all'intervista che ho preparato per la nostra ospite, Valentina Meloni, proprietaria del blog Dreamy Melrose all'indirizzo http://strawberrymelrose.blogspot.com, dove potete contattarla direttamente e ammirare il suo ricchissimo repertorio di fotografie scattate in giro per il mondo.

         ____________________


Ciao Valentina, grazie per aver accettato di rispondere a questa breve intervista. E’ un piacere averti ospite sul mio blog! Ti va, per cominciare, di descriverti un po’, dirci chi sei, che cosa fai nella vita…?

Ciao! Che dire di me? Mi chiamo Valentina (o anche Melrose, il mio soprannome) e ho ventisei anni. Nel 2010 mi sono laureata in comunicazione internazionale ed ora sono alla ricerca di un lavoro che mi permetta di trovare un equilibrio. Mentre tento questa difficile impresa mi dedico alle mie passioni: in primis i viaggi e la fotografia. Adoro entrare in contatto con culture e tradizioni diverse dalla mia e grazie alla mia macchina fotografica ho la possibilità di immortalare le mie avventure in giro per il mondo e riviverle ogni volta che desidero semplicemente sfogliando un album. Tra le altre cose che mi appassionano ci sono il nuoto, l’ escursionismo, il cinema, il campeggio con gli amici, la musica rock degli anni 60’-70’ e l’arte in ogni sua forma.

E passiamo subito al tema di questa intervista: la fotografia. Che cosa rappresenta per te la fotografia?

La fotografia è il mezzo ideale per dar forma al mio mondo interiore; mi piace raccontare la mia vita attraverso gli scatti fotografici. Fotografare significa documentare tutto ciò che succede attorno a me, cogliendo le sfumature e i colori che mi circondano.




Se, come dice il famoso regista e sceneggiatore Godard, "fotografia è verità", di che tipo di verità può farsi portavoce una fotografia? E', secondo te, una verità più oggettiva, oppure soggettiva, in quanto comunque frutto di una scelta individuale?

La fotografia secondo me è una verità soggettiva; ognuno di noi ha un’interiorità unica e indistinguibile e per questo ognuno fotografa il mondo in maniera diversa, a seconda delle emozioni che la realtà gli suscita. Questo è il motivo per cui ogni fotografo preferisce focalizzarsi su un determinato genere piuttosto che SU un altro. Io personalmente amo la fotografia di reportage poiché mira  a documentare la ricchezza culturale del mondo e mi piace molto anche la fotografia naturalistica, in quanto la natura è un vero e proprio tesoro di colori e sfumature.

Hai un idolo nel campo della fotografia a cui ti ispiri o ti sei ispirata in passato?

Adoro la fotografia di reportage, pertanto mi piace scovare qualsiasi autore che si dedichi a questo genere. In particolare amo i ritratti e tra i miei preferiti ci sono quelli di Cartier Bresson. Inoltre mi lascio ispirare da tutte quegli autori che hanno la capacità di soffermarsi su particolari che nessuno noterebbe mai e riescono a renderli speciali con i propri scatti.



Quando e come è nata la tua passione per la fotografia?

Come ho raccontato in un post, qualche mese fa, la mia passione per la fotografia è nata quasi per caso. Nell' estate del 2007 un' amica mi propose di partire come volontaria in India presso un lebbrosario. Nonostante le mie perplessità iniziali decisi di buttarmi in questa avventura. Avevo 21 anni e non sapevo niente di come andava il mondo; per questo decisi che avevo bisogno di una macchina fotografica Reflex per documentare tutto ciò che vedevo e facevo. Da quel viaggio ho capito che la fotografia era il mezzo giusto per esprimere la mia personalità e mostrare la realtà con gli stessi occhi con cui la vedevo io.

Quando guardi una fotografia, c’è qualcosa che ti colpisce più di altre? Come dev’essere la tua “fotografia ideale”? Esiste, invece, un genere di fotografia che proprio non ti piace o non riesci ad apprezzare?

Adoro le fotografie che mostrano ciò che ancora non conosco e quindi adoro paesaggi, ritratti e particolari di paesi lontani. Adoro gli scatti che mostrano il mondo così com’è, nella sua bellezza genuina. Quindi posso dire che non amo quelle fotografie che si distaccano troppo dalla realtà e sono eccessivamente ritoccate con i programmi di grafica. 


Chi segue il tuo blog, sa benissimo che possiedi un archivio direi immenso di fotografie :). Ma se ti chiedessi di sceglierne soltanto tre, tra tutte – quelle che ti sono piaciute di più, o che meglio rispecchiano la tua personalità, o a cui è legato un momento importante della tua vita – quali sceglieresti e perché?

1 - India
La prima foto che scelgo ritrae dei bambini in India con cui ho svolto le attività di volontariato. Si tratta di uno scatto a cui sono molto legata perché rappresenta un momento importante: un viaggio fatto a 21 anni in una terra lontana e completamente differente. Mi ricorda il momento in cui ho scoperto che fuori casa c’è tutto un mondo da conoscere. Inoltre, i sorrisi di quei bambini mi fanno venire in mente un insegnamento  bellissimo di cui è portatore il popolo indiano: sorridere sempre anche quando le cose vanno male e godere delle gioie della vita seppur limitate. 

2 - Malawi, Africa
La seconda foto che scelgo è scattata in Malawi. Sono arrivata in questo paese del centro-sud dell’ Africa per scrivere la mia tesi di laurea specialistica. Un viaggio indimenticabile in un’altra realtà completamente diversa da quella che vivo abitualmente. In particolare ho voluto scegliere una foto che rappresenta un pomeriggio passato nelle piantagioni del the a contatto con i lavoratori. E’ stato emozionante condividere il mio tempo con persone che pur parlando una lingua sconosciuta cercavano di farsi capire in tutti i modi; uno di loro mi dedicò addirittura una canzone africana. Inutile dire che è stato un pomeriggio stupendo.

3 - Estonia
La terza e ultima foto è scattata in Estonia. Ho scelto questa foto perché mi ricordo quel giorno come magico. Avevo appena concluso una passeggiata nel parco di Kadriorg e non appena attraversai la strada in direzione del mare mi ritrovai ad ammirare uno spettacolo bellissimo: decine di cigni che nuotavano in un laghetto in mezzo al mare ghiacciato. Mi colpì il fatto che tante persone passeggiavano sul mare per raggiungere i cigni e dar loro da mangiare del cibo caldo preparato a casa.

Ti stimo davvero per queste stupende esperienze che hai vissuto.  E so che hai pubblicato un libro, che s'intitola “Oltre l’orizzonte”. Ci racconti un po’ di questa pubblicazione? 

Il libro “Oltre l’orizzonte” nasce dalla mia esperienza in Estonia di quest’anno; da gennaio a maggio ho abitato in questo lontano e freddo paese dell’ Est per svolgere uno stage presso l’ Ambasciata d’Italia. Questo lavoro mi ha dato la possibilità di conoscere moltissime persone estoni e di conseguenza ho potuto scoprire tanto di questo popolo e conoscerlo davvero nel profondo. L’ Estonia viene spesso associata alla Russia, dai pochi che la conoscono, ma in realtà ne ha ottenuto l’ Indipendenza nel 1991 e pertanto ha una propria storia da raccontare. Il mio progetto era quello di dar spazio all’ identità storica e culturale del paese attraverso la voce dei suoi abitanti (le cui interviste aprono il libro) e attraverso racconti ed immagini. Le fotografie sono accompagnate da pensieri che ho annotato giorno per giorno nel mio diario di viaggio, custode silenzioso delle mie impressioni. Il libro è acquistabile dal sito Blurb a questo indirizzo:
Per ogni domanda, suggerimento o critica in merito potete scrivermi una mail: chermit85yahoo.it Rispondo sempre volentieri alle persone che mi scrivono.

Hai progetti per il futuro, in merito alla tua passione per la fotografia, di cui puoi parlarci o anticiparci qualcosa? Magari la pubblicazione di un’altra raccolta? :)

Ho tanti progetti in testa in questo momento; per esempio vorrei tradurre il libro “Oltre l’orizzonte” in inglese e proporlo ad una casa editrice, magari in vesta rinnovata. Un altro progetto è quello di creare un libro del blog, ovvero un libro che raccolga i miei post. Del resto il mio blog è proprio come un diario personale e per questo adoro l’idea di assemblare fotografie e pensieri traendo spunto proprio dal mio “Dreamy Melrose”.

Mi sembra un'ottima idea! Grazie per essere stata con noi e in bocca al lupo per tutto!

Grazie a te Simona per l’ospitalità e la bella intervista che mi hai proposto!


______________________________
Tutte le foto contenute in questo post 
sono di esclusiva proprietà 
di Valentina Meloni del blog 
©Tutti i diritti riservati.

9 commenti:

  1. Ciao, bell'intervista complimenti! Valentina la conoscevo gia' e le sue foto sono molto belle!

    RispondiElimina
  2. Wow...grazie Simona :)
    mi piace molto come hai creato il post e ti ringrazio ancora per le belle domande :D
    Appena scrivo un nuovo post segnalo l'intervista :)
    thank you!!!

    RispondiElimina
  3. @Chris: verissimo, foto stupende!
    @Melrose: è stato un vero piacere, mi piace un sacco il tuo stile, i tuoi scatti sanno di vera vita :)!

    RispondiElimina
  4. Hey Simona, ho appena pubblicato un nuovo post e ho messo il link a questo blog :) inoltre ora ho pensato di aggiungere un logo della tua pagina e ho salvato l'immagine in alto del tuo blog :)

    RispondiElimina
  5. Grazie Melrose, vengo subito a vedere! :)

    RispondiElimina
  6. Si può dire che conosco Valentina da quando è nata (bloggalmente parlando) ho vissuto attraverso le sue immagini, i suoi pensieri gli emozionanti momenti della sua esperienza a Tallinn e comprendo quando dice "La fotografia è il mezzo ideale per dar forma al mio mondo interiore" lo sa fare bene. La seguo perché "vedo" in lei quella voglia che accomuna chi vuole conoscere di più di quello che gli occhi vedono. Lieta di conoscerti cara Simona, un saluto a te e a Valentina.

    RispondiElimina
  7. Sono molto contenta di averla ospitata sul mio blog, e mi fa piacere sapere che Valentina è un mito per molti! :) Le sue foto "vivono" davvero :)!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (25) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (85) autori emergenti (27) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (132) cose strane (5) creatività (8) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (86) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (3) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (32) Giardini fioriti (1) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (136) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (2) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) Lezioni di arabo (2) libri (137) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (8) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (34) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (51) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (76) propositi di vita (40) psicologia (1) pubblicare (68) pubblicità (27) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (4) scrivere (53) Scuola (6) Segnalazioni (25) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (13) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (1) viaggi e partenze (20) video (6) vita (18) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog