Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10).

domenica 1 settembre 2013

RACCONTO: "Non sono mica Marchionne", di Francesco Piccerillo

Per la sezione "Invia il tuo racconto":
"Non sono mica Marchionne", di Francesco Piccerillo.



Una domenica di Marzo, Alfredo, giacca, Nike e camicia, passeggia per il centro con i raggi del sole filtrati dagli alberi secolari, abbassa lo sguardo e nell’edicola all’angolo legge un annuncio, a caratteri grossi e verdi, di un giornale nazionale: “industria casertana assume impiegati”. Alfredo cerca proprio il motivo per festeggiare il suo cinquecentesimo curriculum inviato. Torna a casa, col sorriso amaro in viso di chi sa già come può finire, ma invia lo stesso il CV . Tempo due giorni e la Rispo S.p.a. convoca Alfredo per un colloquio. Puntualissimo, giacca della domenica, valigetta nera di pelle e Nike, come un marchio. Sale in ufficio, piccolo, con mobili scuri e moderni e sulla scrivania d’acciaio e vetro Alfredo nota un quotidiano, quello con le pagine arancione chiarissimo. Il direttore delle Risorse Umane, in abito scuro e cravatta da matrimonio di colore lilla senza senso, gli parla subito del giornale, si lamenta dei dipendenti pubblici viziati, dei dipendenti “a tempo determinato” non realisti, dei collaboratori che se la cercano. Alfredo la pensa proprio come lui, fino a che un particolare, anzi tre, sfuggono al direttore con le Tod’s nuove nuove, il figlio lavora al comune, la moglie è una professoressa e la sorella impiegata alle poste. Alfredo dopo poco tempo è già nella sua auto con lo stereo che parla e lui che pensa. Dopo alcuni giorni, nella sua stanza con le pareti nere e l’armadio con le sue scritte, legge la mail, la Rispo s.p.a. non lo prende. Forse l’espressione “minchia” dopo il terzo parente “statale” era meglio non dirla. Ma no, sicuramente alla Rispo s.p.a. ora c’è uno più preparato di lui, Alfredo non è mica Marchionne, anche se per quella mansione basta uno “statale”.





Francesco Piccerillo





___________
Se anche tu vuoi vedere pubblicato il tuo racconto su questo blog,


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (21) accessori dipinti a mano (9) acquisti (29) amore (4) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (2) Anteprime di libri (25) arte (33) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (85) autori emergenti (27) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (2) Avvisi (2) Beauty (3) bellezza (5) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (70) Chick-lit (2) Cinema (1) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (136) cose strane (5) creatività (7) curiosità (15) Desigual (7) di tutto e un po' (88) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (3) Emily Dickinson (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (32) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (17) idee capelli (7) Il Blog (14) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (139) Il Salotto di Simo su YouTube (2) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (2) Insegnamento (2) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (2) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) Lezioni di arabo (2) libri (138) Link utili (1) Lo sapevate che... (7) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (5) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (39) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (49) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (79) propositi di vita (40) psicologia (1) pubblicare (68) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (9) riflessioni (54) risate (6) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (2) Scrittura (4) scrivere (53) Scuola (4) Segnalazioni (25) Shaila (1) Simona Giorgino (13) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (76) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) viaggi e partenze (19) video (6) virus (1) vita (16) www.hanulstyle.com (3) YouTube (2)

Archivio blog