Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10).

domenica 26 agosto 2012

Uscite VIP in compagnia di un cane?

Ciao a tutti!
Il Giveaway "Vinci una copia di Jeans e cioccolato" sta andando alla grande. Ci sono molti iscritti, ho assegnato ben 218 numeri finora, e mancano inoltre gli ultimi "ritardatari" che non hanno ancora "regolarizzato" la loro posizione. Infine, manca una settimana alla chiusura delle adesioni. Per cui, se qualcuno di voi non si è ancora iscritto... lo faccia adesso! (è una minaccia! :P)


È domenica e fa un caldo bestiale nonostante siano ancora le otto del mattino. Da buona vecchietta, non sopporto proprio più il caldo. L'estate a un certo punto mi inizia a stare davvero stretta, come un paio di pantaloni taglia 42 che ti stringe la vita dopo che hai messo su qualche chiletto per via dei gelati da Martinucci che ti strafoghi quasi tutte le sere (ogni riferimento è puramente casuale).
Pensavo: ammappete, ma di "mondano" non m'è rimasto proprio più niente! Voglio dire, c'era un tempo in cui uscivo sempre, finivo rigorosamente nelle zone VIPPI (scusate, è una cosa più forte di me, VIPPI è troppo più bello di VIP :P) della città, vestita ovviamente in tacchi e tutto il resto. Adesso, l'uscita più mondana che io faccia è quella in compagnia del mio cane Cliff. Sigh!
Ho trascorso, or dunque, una stagione interamente in sandaletti a suola bassa (al massimo, mi sono concessa, quest'anno per la prima volta in vita mia, qualche centimetro di zeppuola, giusto per darmi un po' di slancio nelle mie uscite "mondane" insieme a Cliff). Il fatto è che stargli dietro è già una faticaccia, figuriamoci se possa permettermi di indossare tacco dodici in sua compagnia, e dovermi poi magari ritrovare a inseguirlo per le vie cittadine incespicando dall'alto dei miei tacchi. Per non parlare di quando bisogna abbassarsi a raccogliere i ricordini che, di tanto in tanto, gli piace lasciare per strada. Poi, è un cane talmente vivace che ha bisogno di correre e camminare per chilometri. Non credo che tornerei a casa integra.
Inoltre, uscire con Cliff - un cagnolino a dir poco indemoniato, comincio a credere - vuol dire non godersi nulla: il calore della gente, l'atmosfera estiva, il centro di Lecce, le vetrine dei negozi, un bella bevanda fresca, l'interno di locali rinomati (e non). Il tipo non sta mai fermo, si muove in continuazione, saltella di qua e di là, con movenze tipiche di un ossesso. Quando incontra suoi consimili, si lancia letteralmente sui loro corpicini con la per-lui-innocua intenzione di giocarvici, finendo puntualmente per intimorirli e facendoli fuggire via (anche cani di grossa taglia che, paragonati a lui, sono praticamente il triplo). Cliff è una presenza possente, quando sono in sua compagnia devo avere occhi soltanto per lui (addio vetrine! Il che sarebbe - a detta del mio ragazzo - anche una specie di benedizione :P). Basta perderlo un momento di vista ed è possibile che ne combini una: del tipo sedersi sui piedi delle persone o lasciare una bella striscia di pipì proprio sulla scia di pedoni in transito. 
La mia uscita più mondana, dunque, è quella in cui io e il mio fiancé cerchiamo altri cani con cui socializzare. Cliff ne è contentissimo, noi un po' meno! :P
Ma non è vero! La realtà è che da quando c'è questo cagnolino nella nostra vita, un po' tutto quanto è cambiato. Venerdì sera abbiamo tentato un'uscita da soli, io e lui, "approfittando" del fatto che il piccolo-indemoniato Cliff non stesse tanto bene. Lo abbiamo lasciato a casa, ma il pensiero e il cuore erano con lui.  Ho varcato la soglia di casa con un groppo nello stomaco. La verità è che Cliff è ormai un membro della famiglia, e quando usciamo senza di lui ci sentiamo ormai vuoti, un po' strani. Di solito, nella mano dove venerdì tenevo la mia handbag afferro il guinzaglio e al guinzaglio c'è lui, quel piccolino che ha tanta voglia di giocare e rotolarsi nell'erba. Quando incontravo gli altri cagnolini, pensavo a lui e al fatto che si sarebbe certamente lanciato addosso nel tentativo fallito di fare amicizia. Qualsiasi cosa ci faceva pensare a lui. 
Per cui, adesso le mie uscite più "mondane" per me sono proprio quelle in cui Cliff è al mio fianco. E va bene così. :)

Simona Giorgino


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (21) accessori dipinti a mano (9) acquisti (29) amore (4) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (2) Anteprime di libri (25) arte (33) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (85) autori emergenti (27) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (2) Avvisi (2) Beauty (3) bellezza (5) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (70) Chick-lit (2) Cinema (1) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (136) cose strane (5) creatività (7) curiosità (15) Desigual (7) di tutto e un po' (88) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (3) Emily Dickinson (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (32) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (17) idee capelli (7) Il Blog (14) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (139) Il Salotto di Simo su YouTube (2) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (2) Insegnamento (2) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (2) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) Lezioni di arabo (2) libri (138) Link utili (1) Lo sapevate che... (7) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (5) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (39) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (49) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (79) propositi di vita (40) psicologia (1) pubblicare (68) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (9) riflessioni (54) risate (6) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (2) Scrittura (4) scrivere (53) Scuola (4) Segnalazioni (25) Shaila (1) Simona Giorgino (13) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (76) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) viaggi e partenze (19) video (6) virus (1) vita (16) www.hanulstyle.com (3) YouTube (2)