Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10), "Sei dove sussulta il cuore" (nuovo romanzo, settembre 2017).

domenica 29 luglio 2012

Aggiornamenti dal blog di Simona!

Lo ammetto, non ho fatto neanche un bagno al mare. Non è qualcosa tipo assurdo? Sì, lo penso anch'io. Io e il Tenente abbiamo avuto poche occasioni per andare in spiaggia e, soprattutto, un mese fa abbiamo preso un cagnolino - un Pinscher nano - che non ce la sentiamo di esporre al sole. Dopo il consenso del nostro veterinario, abbiamo però deciso di portarlo in spiaggia finalmente, ma a un orario più decente, ossia nel tardo pomeriggio, per evitare che gli prenda qualche colpo (è ancora talmente piccolo!). Insomma, è un po' come se avessi dato alla luce un figlio. Siamo totalmente rapiti da lui, usciamo sempre con lui, ci sentiamo in colpa se una sera resta da solo a casa, siamo preoccupati quando non fa la cacca (:D), insomma, abbiamo un bambino a tutti gli effetti!
Cliff è il suo nome, quel piccolo diavoletto che è entrato nella nostra vita portando un'immensa ondata di energia, di allegria e di affetto!

Sono inoltre impegnata con lo studio. Finalmente, dopo una stagione passata al cazzeggio, anch'io mi sono messa sotto a dovere e ho iniziato a studiare per qualche esame di settembre. Chi studia lo sa, per dare esami a settembre bisogna incominciare a studiare almeno a luglio, altrimenti non se ne fa niente! E così eccomi qui, china sui libri a cercare di sgrattare via la ruggine :P.
Io e l'Università ultimamente non siamo andate molto d'accordo. Come probabilmente capiterà a molti, a un certo punto mi sono resa conto di non essere contentissima della disciplina che sto studiando. Un tempo lo ero molto, ma il tempo stesso cambia molte cose e, dopo molti anni, non siamo (quasi) mai gli stessi. Ero più o meno contenta di questa scelta quando avevo 20 anni, ora ne ho 26 e in 6 anni le cose possono cambiare moltissimo. Quando penso al mio futuro e alla mia realizzazione, puntualmente non ci vedo quasi per niente le lingue straniere, sebbene io mi sforzi di pensarla in quella direzione. Se potessi tornare a 19 anni, sicuramente la mia scelta universitaria cadrebbe su discipline assai diverse. Ma fare una scelta vuol comunque dire prendersi le proprie responsabilità, continuare a camminare su quel sentiero e raggiungere la meta. Io ho preso una deviazione, certa che avrei fatto la cosa giusta, e invece ho sbagliato. Ho imparato sbagliando, e ora sono tornata sui miei passi e cammino fino alla fine. 
Un consiglio di cuore a chi sta leggendo questo post: se avete cominciato un progetto, uno studio o qualsiasi attività, portatela a termine senza lasciarvi tentare da impulsi che vengono dalle strade laterali, procedete e concludete, perché rischiate di prendere abbagli sbagliati, che vi fanno solo perdere del tempo! Quando avrete concluso il primo progetto, potrete dunque dedicarvi a tutto il resto, con la soddisfazione d'averlo, comunque, portato a termine. Non lasciate le cose a metà, è così fastidioso! Io, se non fossi tornata sui miei passi, sarei stata per gli anni a venire con lo scrupolo e il fastidio di non aver portato a termine gli studi iniziati. Non importa che non vi piacciano, fateveli piacere, ingoiateli a fatica, ma fatelo! 
Ovviamente ogni caso è a sé stante. Se proprio vi rendete conto di non voler più continuare e siete ancora in tempo per tornare indietro, fatelo senza problemi; io qui parlo di follie del tipo "7 esami alla fine" "specialistica in corso"... insomma, capite a me!! :P

Stavo scrivendo un terzo romanzo, ma al momento mi sono fermata a qualcosa tipo l'inizio del terzo capitolo. Che peccato, ma per qualche ragione non sto trovando il tempo per scrivere: sto studiando, appunto, ho Cliff a cui badare (e con lui in casa sono aumentate anche le mie performances domestiche!), il Tenente è in ferie e, inoltre, siamo in fase tralsoco e non è un dato da trascurare. 

La mia estate passa così, dunque, in maniera tra l'altro molto veloce, tanto che pensare di essere a fine luglio mi viene assai difficile. 

Ho anche una sfilza di libri nuovi, tutti ancora da leggere! In questo periodo anche la lettura sta procedendo a rilento. Sto leggendo "Al diavolo piace dolce" della Weisberger, lo sto trovando molto carino, ma ho in coda un sacco di altri libri, che ieri sono finiti tutti in uno scatolo per via del trasloco. 

Per quanto mi riguarda, non vedo l'ora che torni settembre, anche ottobre volendo. Non sopporto più il caldo, l'estate è una stagione stupenda, ma mi rendo conto di come, ogni anno che passa, comincio a sopportarla sempre di meno. Arrivo massimo fino a giugno, che è uno dei miei mesi preferiti, e poi me ne stanco subito. Boh, non sono più per la stagione estiva. Lo ero molti anni fa, quando ero più piccola, quando aspettavo la bella stagione con quell'entusiasmo fanciullino che rimpiango tanto, adesso è un po' diverso, è un peccato, ma non riesco a farne a meno. Preferisco mesi come maggio, settembre o ottobre, non totalmente freddi e non totalmente caldi. Sono diventata "la ragazza delle vie di mezzo" :P. Ah, l'età!

Ed è con Cliff seduto con le natiche sul mio piede (è una posizione che gli piace da morire) che vi accenno anche al fatto che a settembre - o comunque non appena il caldo incomincia a dileguarsi - ho deciso di fare la frangia ai capelli. I miei capelli hanno raggiunto una lunghezza che mi soddisfa parecchio, e mi piace la frangia con questa lunghezza. Ma, soprattutto, ho preso questa decisione insieme alla mia estetista. Quando ero più piccola, ho un bel po' rovinato le mie sopracciglia, che da allora non si sono più riprese del tutto. Le mie sopracciglia sono una delle mie dannazioni, anche se, chiaramente, si ha con esse un rapporto quotidiano e si impara a conviverci facilmente. Ma quel giorno dalla mia estetista mi sono ritrovata a buttar fuori tutta la mia insoddisfazione sul versante, ed è così che sono arrivata a una conclusione: le farò crescere a partire da settembre, diventerò un orso bruno, questo è certo, e lo sarò per tutti i mesi a venire, fino a che la mia estetista non sarà in grado di estrapolare la forma che vado agognando, ma fino a quando quella forma non viene fuori, io, lo giuro qui solennemente davanti a tutti, le sopracciglia non le tocco! Elimino piuttosto ogni forma di pinzetta dalla mia abitazione! E ho appunto deciso di farmi una frangia foltissima per questo motivo: intendo nasconderci dietro l'obbrobrio delle sopracciglia a orso. Lo so che la frangia non risolve il dilemma, ma credo possa attutirlo. Voglio dire, la frangia si sposterà pure, per il vento o con i movimenti, ma in linea di massima spero possa fungere da buon nascondiglio. È una cosa che dovevo fare prima o poi. Ho sempre ceduto alla tentazione di toccare le sopracciglia, quando ho provato a crescerle in passato, perché sono sempre sopraggiunte occasioni alle quali proprio non potevo presentarmi con le sopracciglia a orso, ma stavolta sono molto decisa: devo farlo e basta! 

Accidenti: a novembre esce il mio secondo libro, farò le presentazioni dei miei libri con le sopracciglia a orso! Argh! Be', vuol dire che in quelle occasioni cercherò di restare ferma, quasi imbalsamata, di muovermi il meno possibile per impedire gli spostamenti della frangia :P, così il pubblico penserà di essere in presenza di una scrittrice-robot :D.
Bando alle ciancie, mi piace la frangia e ho bisogno di rifare la forma delle mie sopracciglia: becco due piccioni in una fava!

Dal Blog di Simona Giorgino per il momento è tutto, un saluto e alla prossima!

:P

4 commenti:

  1. Non commento le sopracciglia nè il trasloco - ne ho appena fatto uno e so cosa vuol, dire... :-DDD
    Cliff però è proprio un amore!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, ne deduco che, oltre al trasloco, hai anche vissuto la fase "sopracciglia a orso" :DD (chissà che cosa mi aspetta!!!). Visto che amore Cliff??? Ora sta crescendo, ma essendo di piccola taglia resta sempre un cagnolino miniaturico :))!

      Elimina
  2. Vabbè, dai, le deviazioni non portano solo casini ;) !! Ti scrivo "al volo" dal lavoro, ma ci sentiamo con calma. P.S. il cagnolino è bellissimo.Baci :) !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia deviazione mi ha portato casini, ma in compenso mi ha regalato un'amica carinissima!! Questo sì eh! :))

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (26) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (87) autori emergenti (28) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (134) cose strane (5) creatività (8) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (87) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (5) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (33) Giardini fioriti (2) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (137) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (3) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) lettura (2) Lezioni di arabo (2) libri (141) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (10) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Narcissus (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (36) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (52) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) Pollice verde (1) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (76) propositi di vita (41) psicologia (1) pubblicare (70) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi (3) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (7) scrivere (56) Scuola (6) Segnalazioni (26) Sei dove sussulta il cuore (4) Self-publishing (1) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (17) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) StreetLib (1) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (2) viaggi e partenze (20) video (6) vita (19) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog