Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10), "Sei dove sussulta il cuore" (nuovo romanzo, settembre 2017).

giovedì 29 agosto 2013

SEGNALAZIONE: "La lama delle lacrime", un fantasy di Luca Martina

Buonasera ragazzi!
Vi lascio alle parole di un autore emergente - Luca Martina - 
che ci presenta il suo libro pubblicato di recente!
Gli autori del genere Fantasy lo tengano d'occhio! ;)





Il libro
"Un desiderio oscuro. Una vittima inerme.
Un delicato amore infranto. Il dolore che diventa odio, poi rabbia, e quindi forza.
La minaccia di una nera presenza.
Sono i fantasmi che agitano la mente e la volontà di una nascente anima guerriera.
Armata del dono più macabro e infausto, e tuttavia unico possibile strumento che la porterà alla vendetta, unica via percorribile verso una dolorosa redenzione".
Criptico, oscuro, emozionante, epico.
Perfino commovente, in alcuni punti.

E' il breve identikit per una nuova proposta nell'ambito del Fantasy tutto "Made in Italy", ovvero il primo Libro della Saga intitolata "La Lama delle Lacrime" scritto ed illustrato da Luca Martina.

Il libro si inserisce in un genere che, partendo dal celeberrimo capostipite “Il Signore degli Anelli” del maestro J.R.R. Tolkien, ha vissuto una vera e propria escalation di successo negli ultimi anni. Il Romanzo Fantasy risulta essere oggigiorno tra i generi letterari più graditi, ed ancora promette una diffusione sempre più ampia.
Difatti, non solo incontra un ovvio gradimento nel pubblico giovanile, ma conquista, grazie alle sue caratteristiche di coinvolgimento ed entusiasmo, fasce di lettori sempre più variegate, dal pubblico adulto ed “onnivoro”, al pubblico colto ed amante di storie che sappiano catalizzare l’interesse nello svolgersi di una trama assai spesso articolata e ricca di suspense.
L'autore insiste nel non svelare molto della trama, ma promette originalità specialmente per quel che riguarda il cuore narrativo delle stessa: un insolito ed assolutamente inaspettato dramma dal quale si snodano vicende e lotte che intrecceranno vite, destini e volontà spesso contrastanti.
Restano fermi i cardini del fantasy tipico: battaglie, magia, toni epici ed colpi di scena in quasi ogni capitolo del romanzo: sin dalla prima pagina, il racconto si apre, infatti, con una scena d’azione (un inseguimento nello specifico) e continuerà in “crescendo” sino alla sorprendente rivelazione che il lettore incontrerà verso la metà del testo.
Il luogo in cui si svolge la storia è il Reame di Zonthar, la Nazione Cruciforme (raffigurata dall'autore stesso nella dettagliata Mappa allegata al libro che ne illustra il Braccio Occidentale), di cui si fornirà progressivamente una descrizione sempre più accurata ed esaustiva, tanto a livello politico e storico quanto a livello fisico.
In particolare sono da rilevare i personaggi, ben caratterizzati e che vantano una storia di background assai corposa e significativa, assicurando il cosiddetto meccanismo delle storie nella storia, in quanto il loro bagaglio di vicende pregresse aggiunge (ed aggiungerà sempre più) spessore e varietà a quello che è il fil rouge principale, intrecciando diversi episodi di lettura, producendo un’aspettativa sempre crescente nel lettore ed il sicuro attaccamento a qualcuna delle carismatiche figure via via presentate.

L'autore
Luca Martina nasce a Capua, antica e storica città della provincia di Caserta, il 26 Luglio del 1979. Laureatosi cum laude in Conservazione dei Beni Culturali, continua gli studi sino a conseguire l'abilitazione all'insegnamento in Storia dell'Arte. Ha insegnato per anni in diverse scuole d'Italia e della provincia di Caserta in qualità di Docente di Lettere e Storia dell'Arte.
Sin da ragazzo il suo tempo libero è stato colmato da romanzi, fumetti, film e videogames che privilegiavano l'avventura. Per diverso tempo ha praticato - sia come Master sia come giocatore - i cosiddetti Giochi di Ruolo (noti globalmente come RPG ossia Role Play Games), un tipo di gioco da tavolo attualmente in rapida diffusione anche nel nostro paese, e in cui è assolutamente dominante quell'ambientazione ricca di soprannaturale, avventura e mistero.
Tutto quello che suscita atmosfere di un passato dal sapore medievale ed epico, creato da uomini di valore e capaci di gesta eroiche, e parimenti permeato dall'aura immaginifica e fantastica della magia, ha difatti sempre attratto il suo interesse giovanile. E col tempo la sedimentazione di tali esperienze ha sollecitato costantemente la sua verve creativa ed è confluito nel desiderio di produrre qualcosa di suo, qualcosa che avesse l'impronta del "suo" Fantasy. Da qui la nascita del presente romanzo, creato dalla mano e dall'entusiasmo di un vero e proprio appassionato del genere.

Il Libro I - Prigione per un'Anima - intende essere semplicemente il primo volume della Saga della Lama delle Lacrime. Gli sviluppi della storia invitano i lettori ai prossimi libri che risolveranno i quesiti e gli enigmi appena accennati in questa prima parte della lunga narrazione che l'autore si é impegnato a costruire.

L'edizione ebook/kindle e quella cartacea sono disponibili su Amazon.it.

Per maggiori informazioni, per dialogare con l'autore e per unirsi alla community:

lalamadellelacrime@libero.it




Simona




martedì 20 agosto 2013

Scrivere è libertà!

Sto scrivendo un altro romanzo... e lo sto anche finendo!
E' stato un attimo: l'ispirazione mi ha presa e non mi ha più mollata. 
Ho incominciato a scriverlo il 5 agosto e da allora non mi sono più fermata (inoltre nel frattempo sto anche scrivendo la tesi: insomma, pura follia).
Durante la preparazione degli esami, ho obbligato la mia ispirazione e la mia passione per la scrittura a non ostacolarmi. Le ho tenute a bada, le ho fatte tacere, e così ho concluso gli studi in pace. 
Poi però a esami conclusi non ce l'ho più fatta: negli ultimi giorni mi sono messa a scrivere come una dannata, con il risultato che sta già per terminare!
In realtà mi mancherà quando lo avrò finito. Come chiunque ami la scrittura e scriva, mi sto decisamente affezionando ai miei personaggi, alla storia, e sarà difficile allontanarmene. Inoltre si sta rivelando una bella compagnia, scriverlo mi diverte e mi emoziona.
Incomincio già a pensare al titolo. Ci penso quando vado a letto, prima di addormentarmi, ma il sonno mi prende sempre senza che mi sia decisa. Il titolo sa davvero mandarmi in tilt! Il titolo (ma anche la copertina) è una delle cose più importanti, deve essere d'effetto, mi deve piacere, deve avere a che vedere con il contenuto. Bisogna in un certo senso riassumere 200 pagine in due-tre parole: una vera impresa. Il titolo per me è la vera sfida: a volte ci metto di più a scegliere il titolo che a scrivere l'intero romanzo! :P
Un po' di anticipazione? Ehm, magari qualche nome: la protagonista è Mila, neo insegnante in una scuola media; la sua migliore amica si chiama Corinne, impegnata nelle Pubbliche Relazioni ma al momento alla ricerca di un lavoro; Federica è una collega di Mila... una quarantottenne molto particolare; Vittorio è... la fiamma della storia, gradirei non svelarvi più di tanto... ma forse prima o poi dovrò, non lo so! Poi ci sono altri personaggi secondari, come Raffaele, Cesare, e un cane di nome Pluto!
Adoro i miei personaggi, i guai in cui si ficcano, le emozioni che provano, le aspettative delle loro vite, le loro riflessioni, i dialoghi attraverso cui li conosciamo meglio...

Scrivere è una potenza. Quello che amo di più della scrittura è il suo più grande potere: quello di renderti libero. Per me scrittura è libertà, perché mi permette di essere chiunque, ovunque, con chiunque voglio e in qualsiasi momento. Ogni giorno scrivo qualche pagina in più del romanzo, e ogni giorno, in quei precisi momenti, io divento qualcun altro, provo emozioni nuove, visito posti nuovi, faccio cose assurde, rifletto sulla vita attraverso gli occhi dei miei personaggi, volo.
Leggere è libertà più o meno allo stesso modo. I libri hanno un enorme potenziale, e quando leggo sogno a occhi aperti. Ma quando scrivo sogno ancora di più: sono io che guido i personaggi. Anzi no, mi correggo: sono loro a guidare me, arrivano laddove io neanche penserei di arrivare, le dita scorrono velocemente sulla tastiera, la mente si libera, si alleggerisce, vola lontano. 
Quando scrivo non ho paura di niente, posso fare, sognare, essere tutto, arrivare ovunque. Scrivere - e l'arte in generale - è una delle più straordinarie forme di libertà esistenti al mondo!





Simona



giovedì 8 agosto 2013

Segnalazione: "Hello", il romanzo d'esordio di Viviana Pavan

Ciao a tutti!
Vi presento un romanzo di Viviana Pavan,
pubblicato di recente, precisamente lo scorso gennaio
da DGS3 Editrice
e disponibile solo in versione e-Book.
Guardate che simpatica copertina!





Vi lascio tutte le informazioni utili:
biografia dell'autrice, sinossi e link diretti all'acquisto!




L'AUTRICE

Viviana Pavan è un’autrice piemontese, al suo esordio con un romanzo fresco, che sa di amore e di amicizia.
Classe 1970, dopo aver collaborato per anni con una delle più importanti riviste cinofile italiane curando la rubrica “Cose di cani” e aver pubblicato un libro sulla razza che ha allevato per quasi quindici anni, si è rivolta verso una scrittura più introspettiva e vicina alla sua personalità.
Vincitrice di alcuni concorsi letterari, pubblica lo scorso anno un racconto nell’antologia “365 storie d’amore” della Delos Book e nel gennaio scorso, il suo primo romanzo.
Nelle stagioni 2011 e 2012 frequenta il laboratorio Zelig di Torino in qualità di cabarettista ed è autrice dei suoi testi comici.
Attualmente lavora alla stesura di fiabe per bambini e di un nuovo romanzo di genere.
Il suo primo romanzo, “Hello”, riporta alla mente immediatamente il brano di Lionel Richie, ed è proprio con questa melodia che la storia si apre e si conclude. 
Giulia e Alessandra: due amiche inseparabili eppur così diverse.
L’una sognatrice e un po’ impacciata, l’altra dinamica e razionale.
Finiranno per trovarsi invischiate in rocambolesche avventure che si srotoleranno tra l’Italia e la Corsica, alla ricerca di uno sconosciuto principe azzurro incontrato in chat.
Non mancheranno colpi di scena e una serie di eventi tragi-comici che finiranno col rafforzare l’amicizia tra le due ragazze e chi lo sa, forse consacrare l’amore tra Giulia e il suo misterioso innamorato…




SINOSSI
 
Giulia e Alessandra sono amiche per la pelle. Hanno entrambe ventotto anni e sono diversissime tra loro.
Giulia è sognatrice, sensibile, pigra, un po’ impacciata, “morbidosa” e attende imperterrita il suo principe azzurro. Anzi, a dir la verità più che attenderlo lo cerca nelle chat!
Alessandra invece ha la testa sulle spalle, è responsabile, affidabile, sempre in orario, è magrissima e ha sempre avuto più fidanzati di Giulia.
A 17 anni partono all’avventura decise a ritrovare un vecchio amore estivo di Giulia, ma incontrano Fabrizio.
Anni dopo durante la festa di compleanno di un'amica comune di vecchia data, Monica, Giulia se lo ritrova davanti. Lui è proprio il promesso sposo della festeggiata....
Girovagando tra le chat, com'è suo solito fare, incontra anche Gitan e da lì partono una seria di rocambolesche avventure che la condurranno prima in Corsica e poi di nuovo a Torino.
Intanto si rifà vivo Fabrizio e ricompare anche Monica, che tra le braccia di Giulia cerca conforto in una serie tragi-comica di eventi che culmineranno con l’arrivo di una cena giapponese e uno scampanellare di campanelli...




LINK PER L'ACQUISTO






Buona lettura!


Simona



martedì 6 agosto 2013

Segnalazione: "La notte delle fate", di Matteo Zanini

Ciao a tutti!
Oggi ho una segnalazione da fare 
(in realtà ce l'avevo "in archivio" da un po', ma solo oggi trovo il tempo per pubblicarla). 
Sto parlando del libro di un giovane autore appassionato di letteratura e di scrittura,
"La notte delle fate". 



Titolo: La notte delle fate 
Autore: Matteo Zanini 
Anno di pubblicazione: 2011 
Casa editrice: Edizioni Miele 
Prezzo di copertina: 10,50 € 


Una notte, dieci Fate, ciascuna con un'ora di tempo a disposizione per incantare - aiutate dalla musica e dalle danze - gli ascoltatori ed i lettori. Dieci storie di susseguono senza sosta, in un tripudio vorticoso di voci, colori e magia. Avvicinatevi: la Notte della Fate sta per cominciare... 


L'AUTORE

Matteo Zanini nasce a Bergamo il 17 Marzo 1990. Crescendo scopre ed approfondisce la sua passione per la letteratura del settecento/ottocento inglese e per la letteratura Fantasy - amando da subito autori come Jane Austen e J. R. R. Tolkien , per il mondo e le tradizioni celtiche e per la musica e le sonorità irlandesi - ricercandole in ampi generi musicali. Nell’Anno Accademico 2011/2012 ha conseguito la Laurea in Lettere presso l'Università degli Studi di Bergamo, con una Tesi dal titolo "Becoming Jane: le opere minori e incompiute di Jane Austen come riflesso del suo mondo narrativo". Attualmente frequenta il Corso di Laurea Specialistica in Comunicazione, Informazione, Editoria e prosegue i propri progetti di scrittura, partecipando a vari Concorsi Letterari Nazionali. Di recente pubblicazione, un nuovo racconto inedito (dal titolo Cappuccetto rosso) all'interno dell'antologia dal titolo "La casa rossa" curata da Sensoinverso Edizioni. Di prossima pubblicazione, il suo primo romanzo dal titoloIrraggiungibile, che sarà pubblicato da Silele Edizioni. 



Link utili





Buona lettura a tutti!



Simona




giovedì 1 agosto 2013

Ragazzi innamorati




Che belli, i ragazzi innamorati;
si tengono per mano e 
ogni cosa è possibile,
lanciano al mondo sguardi di sfida -
credi che qualcosa possa fermarli? 
I capelli di lei si confondono col sole, 
gli occhi di lui abbracciano l’eterno.
Le tocca il cuore con un bacio
e poi, in un attimo, l’infinito si perde
fra le labbra.

Si amano come sanno amarsi 
i giovani cuori,
hanno sabbia fra le dita
ma ne fanno dei castelli,
hanno nuvole fra i pugni
ma ne fanno il loro cielo.
Sanno di vita che domani, poi,
in un giorno senza data, ti regala
quegli attimi sfrangiati di nostalgia,
quei ricordi lontani e dispersi,
che neanche tu sai più
dove e quando li hai smarriti.



Simona Giorgino



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (20) accessori dipinti a mano (9) acquisti (28) amore (5) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (1) Anteprime di libri (26) Arredamento e idee casa (1) arte (32) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (87) autori emergenti (28) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (1) Avvisi (2) Beauty (2) bellezza (4) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (69) Chick-lit (2) Cinema (1) Città (6) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (134) cose strane (5) creatività (8) curiosità (13) Desigual (7) di tutto e un po' (87) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (5) Emily Dickinson (1) estate (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (33) Giardini fioriti (2) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (16) idee capelli (7) Il Blog (11) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (137) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (1) Insegnamento (3) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) lavoro (1) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (3) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) lettura (2) Lezioni di arabo (2) libri (141) Link utili (1) Lo sapevate che... (5) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (10) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Narcissus (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (36) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (52) Parchi (1) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) Pollice verde (1) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (76) propositi di vita (41) psicologia (1) pubblicare (70) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (11) riflessioni (53) risate (6) romanzi (3) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (1) Scrittura (7) scrivere (56) Scuola (6) Segnalazioni (26) Sei dove sussulta il cuore (4) Self-publishing (1) Sentimenti (1) Shaila (1) Simona Giorgino (17) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (74) StreetLib (1) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) Verde (2) viaggi e partenze (20) video (6) vita (19) www.hanulstyle.com (3)

Archivio blog