Scritta scorrevole

"Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further" (T. Carlyle)

Informazioni personali

La mia foto
Insegnante di inglese, ama gli animali, vive in simbiosi con il suo Pinscher nano, adora la fotografia, ha una relazione difficile e duratura con lo shopping, e nutre una profonda passione per la scrittura. Scrive da sempre e ogni tanto pubblica. Il suo blog è un ampio rifugio in cui condivide passioni, letture, divagazioni, curiosità, riflessioni e in cui prova a dare un piccolo spazio all’Arte e a promuovere idee o iniziative degne di nota. Ha pubblicato: “Jeans e cioccolato”, “Quel ridicolo pensiero”, “Shaila” (0111 Edizioni), “Mille vie fino a te” (rivista letteraria La Fornace, n.10).

giovedì 11 luglio 2013

Coloured shoes... per un'estate esplosiva!

Ciao a tutti,
oggi lascio da parte libri e compagnia bella e vi parlo di... scarpe! Ebbene sì.
Avevo proprio voglia di un post-divagazione come facevo tempo fa, e di farvi vedere qualcuno dei miei ultimi acquisti (ho creato una specie di rubrica dal nome "The beauty corner" con l'idea di riunire tutti questi post-divagazioni su beauty, abbigliamento, accessori, acquisti e via dicendo), quindi mi sono munita di macchina fotografica, ho tirato fuori dal mio armadio gli ultimi acquisti d'abbigliamento (tutti rigorosamente H&M - che da marzo è arrivata finalmente anche a Lecce per mia somma gioia!) e... batteria scarica! Sigh... 
Fa nulla, mi rifarò in un'altra occasione. 
Sono però almeno riuscita a fotografare alcune delle mie scarpe preferite. Andiamo a darne una sbirciatina!

Le prime sono assolutamente queste, che io trovo deliziose. 




Le ho prese da Pittarello poco tempo fa e le ho indossate ancora soltanto un paio di volte. Io adoro il legno e il dorato, quindi quando mi sono trovata davanti a queste scarpe non ho saputo resistere. E' un tacco abbastanza alto ma vi assicuro che sono di una comodità inedita, forse anche grazie alla presenza di un paio di cm di plateau. Sono molto compatte, il piede non scivola, rimane fermo lì :P e non si muove. Il cinturino è in pelle e poi ci sono tutti questi deliziosi strasse che - in foto non si vede - luccicano e danno un effetto delizioso!
Assolutamente promosse!

Sempre da Pittarello, poi, ho acquistato queste scarpe gialle con zeppa in sughero.



Non ho ancora capito bene che cosa mi abbia spinta a comprarle, temo sia stato il mio amore per il colore giallo. Ultimamente trovo molto carino indossare scarpe completamente colorate, di colori spesso folli. Acquisto invece sempre di meno capi e scarpe di colore nero (non ne acquisto da un bel po' di tempo in verità, specialmente nell'abbigliamento - il nero mi soffoca!). Così, quando ho visto il giallo di queste scarpe me ne sono innamorata. Inoltre ero alla ricerca di un paio di sandaletti o di zeppe comode da indossare quotidianamente. Queste sono le tipiche scarpe da indossare in occasioni informali, per uscire a fare shopping, quando occorre fare parecchia strada a piedi, o per andare all'università. 
L'unica pecca di queste scarpe, tuttavia, sono proprio le zeppe! Come vedete non sono molto alte, ma indossandole si ha una sensazione... strana. Non so spiegarlo meglio, ma quando le indosso non riesco a manovrarle senza sembrare in difficoltà di deambulazione! Credo dipenda dal fatto che le zeppe non seguano perfettamente la forma della pianta del piede, o qualcosa del genere :P!
Le ho indossate due volte solamente, ma ci ho abbinato uno splendido eyes make-up, tutto matte, sul giallo e con sfumature arancioni, per richiamare il colore vivace delle scarpe!

E a proposito di colori vivaci, date un'occhiata a queste!





Queste in realtà sono un acquisto che risale allo scorso anno, ma data la particolarità delle scarpe non le ho poi messe tantissimo! Insomma, non sono scarpe che si possono indossare sempre, specie considerando il mega-tacco chilometrico che esibiscono. Però, a dire il vero, paradossalmente sono fra le scarpe più comode che io abbia mai acquistato! Sembrerà strano, forse, a vederle, ma hanno il plateau - benedetto sia il plateau! - che le fa diventare assolutamente comode!
La versione verde l'ho anche indossata in occasione di un matrimonio, quindi potete pure immaginarmi tutto il giorno su quei trampoli! 
Che dire? Sono così alte che una volta salita sopra ti sembra di riuscire a vedere il mondo da un altro punto di vista! :)
A me piacciono moltissimo, sono romantiche, con questo fiocco davanti e il camoscio che le rende preziose, ed è inutile menzionare il fatto che ti slanciano un sacco, vero? :) 
Ho qui anche un paio di foto "dimostrazione" in cui le indosso.


Ecco la versione verde indossata in occasione del matrimonio di una mia amica. Quel giorno optai per un abbigliamento assolutamente casual. Non sono una grande sostenitrice del classico e dell'elegantissimo, preferisco sentirmi a mio agio in una mise casual e giovanile. Lo scorso anno si sono particolarmente usati i vestiti in pizzo (la moda persiste anche oggi, e ne sono molto contenta perché il pizzo mi ha conquistata!), quindi non ho potuto fare a meno di acquistarne uno anch'io (non solo uno in verità!). Questo lo presi da Nuna Lie, e decisi di abbinarci accessori dorati (di Bijou Brigitte), con le rose che richiamano la fantasia del vestito, e una borsa dello stesso colore e dello stesso materiale delle scarpe. L'accostamento beige-verde è stata una scelta meditata e assolutamente voluta: mi ricordo che avevo fortemente il desiderio di uscire dai canoni, volevo evitare il solito accostamento, volevo creare un abbinamento particolare, e dopotutto questa è una cosa che mi piace fare ancora, penso che sia fantastico giocare con i colori, vestirsi è puro divertimento!



La versione rosa, invece, l'ho indossata per la prima volta in occasione della festa-presentazione di "Jeans e cioccolato", lo scorso anno. Festeggiammo il mio esordio all'interno di una struttura mozzafiato, ovvero il museo storico della Caserma Militare Zappalà di Lecce - già, una location molto particolare e fuori del comune per una presentazione letteraria, ma ne è valsa la pena!
Anche in questo caso il vestitino è un acquisto fatto da Nuna Lie, è di un materiale semi-rigido ma al tempo stesso molto leggero e comodo. Le commesse mi dissero che il vestito era stato realizzato a partire dalla taglia M. Ora, non so se questa sia stata una buffonata sparata allo scopo di farmelo acquistare in assenza di una S, ma presi la M anche se una S ci sarebbe stata molto meglio, specialmente... ehm... sul davanti! :P

Quali di queste scarpe preferite? E quale fra le due versioni verde-rosa? :)


A prestissimo!




Simona




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca per argomento

0111 edizioni (23) accessori (21) accessori dipinti a mano (9) acquisti (29) amore (4) Angela Bianchini (3) animali (3) annunci (2) Anteprime di libri (25) arte (33) Artesottoilsole (1) Associazione Adolescenti e cancro (1) Associazione culturale G.a.i.a. (10) Associazione Un Ponte per Anne Frank (1) autori (85) autori emergenti (27) autori esordienti (68) autunno (5) Avon (2) Avvisi (2) Beauty (3) bellezza (5) benessere (3) Biennale del Salento (1) borse (12) borse dipinte a mano (3) Bottega Verde (2) Braccialini (1) Butterfly Edizioni (11) cani (2) case editrici (7) categorie maschili (3) cazzate varie (70) Chick-lit (2) Cinema (1) Città del Libro 2012 (2) community (1) concorsi (5) Corsi di scrittura (1) cose di cui non te ne può fregar de meno (77) cose mie (136) cose strane (5) creatività (7) curiosità (15) Desigual (7) di tutto e un po' (88) dipinti (6) diritti d'autore (2) Divagazioni (2) domande su Blogger o Blog (1) donne case e disastri (16) e-book (3) Emily Dickinson (1) Estratti (2) eventi (6) Facebook (1) Fai bei sogni (1) Famiglia (1) film e cortometraggi (1) Film e recensioni (6) Filosofia (1) Fotografia (4) fotografie (32) giochini (5) Giveaway (16) Gli oleandri (1) H&M (1) Hanùl (17) Haruki Murakami (1) I vostri racconti! (1) idee abbigliamento (17) idee capelli (7) Il Blog (14) Il Giorno della Memoria (1) Il salotto di Simo (139) Il Salotto di Simo su YouTube (2) Ilaria Goffredo (2) illustrazioni (1) immagini (8) Inglese (2) Insegnamento (2) Inside Out (1) interviste (64) Invia il tuo racconto! (13) Jeans e cioccolato (32) L'ultimo tramonto a Bangkok (2) La bottega dei libri incantati (2) La Fornace (3) Le Chat Gourmand (1) Le labbra tue sincere (1) Le nostre distanze (3) Lecce (2) Lecceprima (1) leggere (6) Leonid Afremov (3) Letteratura (6) Lezioni di arabo (2) libri (138) Link utili (1) Lo sapevate che... (7) lugubrazioni mentali (31) Massimo Gramellini (1) Maurizio Monte (2) Milano (5) Mille vie fino a te (2) mostre (4) Musicoterapia (1) Natale (7) Never let me go (1) Non c'è nulla di ordinario nell'ordinario (1) novità (39) nullezze (35) ordini online (5) pagine dal vento (49) Passo Domani (3) Perugia (4) Pittura (7) Poesia (1) poesie (23) Poesie e racconti d'autore (2) portafogli dipinti a mano (2) Premiazioni (11) presentazioni letterarie (4) primavera (1) promozione (79) propositi di vita (40) psicologia (1) pubblicare (68) pubblicità (28) Puglia (1) Puuung (1) Quel ridicolo pensiero (14) Racconta la tua storia e vinci un premio (4) racconti (28) racconti di vita quotidiana (26) recensioni (39) ricordi (9) riflessioni (54) risate (6) romanzi d'esordio (57) Salento (1) Salman Rushdie (1) Sara Rattaro (1) scarpe (2) Scrittura (4) scrivere (53) Scuola (4) Segnalazioni (25) Shaila (1) Simona Giorgino (13) Sondaggi (2) Sophie Kinsella (6) storie di attualità (4) storie di ordinaria follia (76) studiare (2) Teatro (1) TFA (1) Thomas Kinkade (1) Tiziana Iaccarino (3) Toscana (1) Traduzioni (1) università (4) viaggi e partenze (19) video (6) virus (1) vita (16) www.hanulstyle.com (3) YouTube (2)

Archivio blog